Gucci pronta a rilevare la Richard Ginori

Un’offerta di 13 milioni di euro

Il made in Italy per il made in Italy.

Gucci, ha annunciato di aver depositato, in data 26 marzo 2013, tramite una sua Società Controllata, un’offerta irrevocabile pari a 13 milioni di euro per l’acquisto della Richard Ginori 1735 S.p.A., la storica azienda toscana che ha fatto la storia della porcellana dichiarata fallita il 7 gennaio scorso.

Nel comunicato ufficiale diramato dalla griffe del grppo Ppr, si legge che la decisione di presentare l’offerta “è coerente con la strategia di valorizzazione dell’eccellenza del made in Italy nel mondo” e che  “il progetto industriale e strategico di lungo periodo e si pone l’obiettivo di tutelare e rilanciare un marchio storico di Firenze, quale è Richard Ginori, sinonimo da sempre di qualità e artigianalità”.  

Il piano industriale si baserà sulle competenze, il know-how e le sinergie esistenti tra i due marchi del lusso italiano.

“In particolare, da un lato si focalizzerà, nel breve-medio periodo, sullo sviluppo dei prodotti e  sulla produzione di articoli per il settore tableware, cioè degli articoli da tavola, dedicato al segmento del lusso, mentre dall’altro lato contribuirà con le risorse e il supporto necessari per sviluppare e rendere le attività di Richard Ginori sostenibili in un’ottica anche di lungo periodo”, si legge sempre nella nota di Gucci, in cui si specifica anche l’impegno nell’assunzione di 230 lavoratori.

Avatar

Scritto da Monica

Chanel in mostra a Milano

SEAT Mii