Grasse, la patria dei profumi

Dal Museo del profumo alle feste, per scoprire un mondo magico di essenze
Chi si reca a Cannes per il Festival del Cinema, per un week end o per un viaggio e ama la profumeria artistica, non può non effettuare una visita alla città di Grasse, conosciuta in tutto il mondo come la capitale del profumo.

Importante sito medievale e ideale luogo di villeggiatura, è la sede in cui si perpetua da oltre cento anni la tradizione della profumeria e in cui vengono prodotti numerosi profumi leggendari, a partire dallo Chanel n.5. L’attività si basa essenzialmente sulle relazioni internazionali, grazie alle quali una trentina di fabbriche di profumi spedisce nel mondo intero le proprie creazioni. Le materie prime arrivano a Grasse da tutto il mondo per essere trattate. Ecco perché la cittadina ha saputo trasformare la sua industria in una vera e propria arte, creando dei prodotti raffinati e di qualità.

Qui si trova il Museo Internazionale della Profumeria, da poco visitabile dopo un lungo restauro. Qui, circa cinquantamila oggetti raccontano la storia delle essenze e degli alcool, ma anche dei fard e della cosmetica. Il pezzo più prestigioso esposto è uno scrigno della Regina Maria Antonietta di Francia.

Il momento più bello per visitare la cittadina è proprio la primavera, caratterizzata dalla fioritura di rosa centifolia, lavanda e dal gelsomino. Numerosi sono gli eventi che ruotano attorno al mondo delle fragranze e delle essenze e molti i giardini da visitare all’inizio della stagione calda.

Maggio è il mese della rosa, che qui viene celebrata dal 21 al 24 con l’Expo Rose, che quest’anno ha come tema il fiore e la musica, e che raccoglierà rose di ogni specie tra concerti, mostre, tavole rotonde, concorsi. 
La lavanda, invece, riempie l’aria del suo profumo verso la fine della primavera e si può trovare in paesi vicino a Grasse, soprattutto nei campi della Valensole, nel Sault o nel Luberon, ai piedi della montagna di Lure e nella zona di Buëch. Per scoprire i suoi segreti si possono visitare le distillerie, i musei e i giardini e le numerose feste a tema. Sono state individuate anche delle ‘strade’ turistiche da conoscere sul sito www.routes-lavande.com.

Ad agosto, dal 7 al 9, è invece in programma la Fête du Jasmin, dedicata al gelsomino, un altro fiore alla base di importanti creazioni di profumeria, che culmina con la “battaglia dei fiori”.

I segreti dei fiori provenzali si possono scoprire poi nei numerosi giardini privati, come il parco di Villa Fort France costruita negli anni ’30 per Lady Winifred Fortescue, inglese innamorata di Grasse, dove scrisse “Perfume from Provence”. Il giardino ospita mille specie diverse, da agrumi a meli. Altri angoli del genere si possono trovare nei dintorni del paese, dalla Bastide des Parfumeurs di Mouans-Sartoux ai giardini del castello di Gourdon.

Nelle strade della città vecchia si può approfondire la storia del profumo nelle botteghe che vendono saponi e spezie fino al mercato provenzale dei fiori. Non possono mancare visite alle sedi di profumerie storiche come Fragonard, Galimard e Molinard.

English version

Written by Redazione

Le borse Stabole

Congusto a Primavera