Gradient: è arrivata l’app per cellulare che ti dice a quale VIP assomigli

 I Kardashian sono già grandi fan di Gradient e hanno condiviso le loro scoperte con il popolo dei social

Un’app POPOLARE ha preso d’assalto Instagram permettendo agli utenti di capire chi è la loro celebrità.  I Kardashian sono già grandi fan di Gradient e hanno condiviso le loro scoperte con il popolo dei social. Ecco tutto ciò che devi sapere sull’app.

Kim Kardashian somiglia a Cher

Che cos’è Gradient e come posso scaricarlo?

Per utilizzare l’app, devi caricare un selfie di te stesso. Gradient trascinerà quindi un archivio di volti di celebrità per scoprire a chi assomigli di più. Una volta trovata una corrispondenza abbastanza vicina, creerà una griglia di transizione di quattro immagini. In cui a poco a poco il tuo volto si accosta a quello del VIP che più ti somiglia. Esistono altri modi per utilizzare l’app, come un editor fotografico generale per migliorare le foto o rendere le immagini più nitide. Si chiama Photo Editor Gradient, l’app è disponibile su app store sia iOS che Android. L’app è diventata il discorso principale in tutta la città, soprattutto dopo che i Kardashian hanno iniziato a pubblicare i loro selfie di somiglianza, con Kim paragonata a Cher. Tuttavia, i post sono tutti taggati con #Ad, il che significa che sarebbero stati pagati per pubblicare post sulla nuova app.

Kourtney è stata paragonata a Audrey Hepburn
Scott Disick è stato paragonato a… sé stesso
Ma anche a Jared Leto
E a Brad Pitt

È gratis?

Gli utenti ricevono una prova gratuita di tre giorni e successivamente i prezzi variano, ma ti verrà automaticamente applicato uno schema di pagamento di £ 19,49 al mese. Ci sono pagamenti mensili per £ 3,99 o settimanali a £ 4,99 – ma solo se si modifica manualmente il prezzo, altrimenti si verrà colpiti con il prezzo più alto. Ci sono state preoccupazioni sulle impostazioni di privacy sull’app, con scarsa conoscenza di dove potrebbero finire in nostri amati selfie. Gradient è creata da uno sviluppatore sconosciuto chiamato Ticket To The Moon, che sembra non abbia rilasciato altre app. La privacy di questa app è stata paragonata all’app virale FaceApp (quella che ti invecchiava il viso) che suscitava timori sulla privacy proprio all’inizio di quest’anno, dopo essere stata collegata allo spionaggio russo.

Grace Beverly lancia Shreddy: la perfetta app per il fitness

Avatar

Scritto da Erika Barone

Airbnb ha creato la Casa dei Sogni di Barbie a Malibu: bellissima!

Airbnb ha creato la Casa dei Sogni di Barbie a Malibu: bellissima!

La canzone di Kylie Jenner: la piccola miliardaria è anche una cantante