Global Powers of Luxury Goods 2014

Deloitte elegge i 75 colossi mondiali del lusso
Dopo aver eletto i club di calcio più ricchi d’Europa nella Football Money League 2014, Deloitte stila la classifica dei brand di lusso che hanno realizzato le migliori performance finanziarie al mondo.

La prima edizione dello studio Global Powers of Luxury Goods ha messo a confronto i risultati dell’anno fiscale 2013 (che comprende tutti gli esercizi fiscali che si sono conclusi entro il 30 giugno 2013) dei 75 più importanti gruppi mondiali del lusso.

L’Italia, con ben 23 società all’interno delle Top 75, è il Paese maggiormente rappresentato.

Se il podio made in Italy vede schierati Luxottica (9,1 miliardi di dollari di fatturato), Prada (4,2 miliardi) e Giorgio Armani (2,6 miliardi), quello globale consegna la medaglia d’oro a LVMH (oltre 21 miliardi), quella d’argento a Richemont (12,3 miliardi) e quella di bronzo a Estée Lauder (10,1 miliardi).

Global Powers of Luxury Goods 2014: brand italiani

Il fatturato generato complessivamente dalla vendita dei beni di lusso dai 75 colossi mondiali del mercato ha raggiunto ben 171,8 miliardi di dollari.

“Nonostante il periodo economico travagliato, le aziende di beni di lusso hanno registrato risultati migliori rispetto alle aziende di prodotti di consumo e all’andamento delle economie globali in generale. Per il resto dell’anno, ci aspettiamo un’ulteriore ripresa delle economie sviluppate, mentre permangono alcuni rischi legati ai mercati emergenti – sostiene Antoine de Riedmatten, Deloitte Global Industry Leader, Consumer Business. I risultati del settore del lusso dipenderanno non solo dalla crescita economica ma soprattutto da fattori quali i flussi turistici, la tutela della proprietà intellettuale, la propensione dei consumatori al risparmio e il cambiamento nelle dinamiche di distribuzione del reddito”.

Il Belpaese può guardare con ottimismo verso il futuro: 1/3 del lusso mondiale parla italiano.

Global Powers of Luxury Goods 2014

Written by Chiara

Amici 2014, Deborah batte i Dear Jack

Festival di Cannes 2014, le pagelle beauty