Gli orologi delle meraviglie

Gusto retrò, materiali preziosi e altro

Sono costosissimi, disponibili in pochi esemplari, hanno un design avveniristico o guardano al passato, sono ornati da materiali preziosi e strizzano l’occhio a mondi differenti, come il gioco o la natura. I codici tradizionali e le modalità comuni di visualizzazione sono messi al bando. Stiamo parlando degli ultimi orologi di lusso presentati dalle case orologiaie di tutto il mondo, tra complicazioni, tecniche all’avanguardia e un pizzico di ironia.

Ecco una rassegna che farà sognare gli appassionati.

È uno degli orologi da polso più complicati al mondo lo Jaeger LeCoultre Hybris Mechanica Grande Sonnerie, che arriva al costo di 2,5 milioni di dollari. L’orologio unisce 26 complicazioni, tra cui tourbillon volante, doppia riserva di carica, calendario perpetuo con data, giorni e mesi retrogradi, ore saltanti, carillon Westminster, grande e piccola suoneria con modalità silenziosa, suoneria di fine carica, display per l’anno bisestile e possibilità di aggiustare sia l’ora che i minuti con scatti singoli sia in avanti che indietro. Il movimento meccanico è il Calibro Jaeger LeCoultre 182.
Il tutto racchiuso in una cassa in oro bianco. L’orologio viene venduto assieme al Gyrotourbillon e al Reverso Tryptique, per un tris di orologi preziosissimi.

Ha fascino retrò il Bovet Fleurier Fleurisanne con Ore Saltanti, con la cassa in oro rosa o bianco che racchiude uno dei più bei quadranti scheletrati capaci di mostrare le complicazioni. Il disco centrale è impegato per visualizzare le ore. Quella corrente è incorniciata da una finestra e i minuti si leggono sul disco intorno. I numeri sono in Superluminova per la visualizzazione notturna. La corona è posta al minuto 60, a ricordare la forma degli orologi da tasca.

Appeal contemporaneo per l’Harry Winston Opus 9. La cassa misura 56×48 mm, con uno spessore di 20, e ai lati del ponte in oro bianco presenta due tubi in vetro zaffiro dello spessore di 1,2 mm che mostrano lo scorrere delle due catene di diamanti e racchiudono le cremagliere che muovono il tutto: in tal modo viene data robustezza al meccanismo di trascinamento e si porta l’attenzione sulle due catene di diamanti che sembrano sospese nel vuoto. Queste sono realizzate in ottone e contengono cadauna 66 gemme e 6 granati mandarino, per un totale di 2,37 carati. L’incastonatura delle pietre preziose viene eseguita a mano, con una tecnica tipica di Harry Winston, dando l’illusione che le gemme restino sospese. Il dispositivo di carica è costituito da un movimento automatico che ha un’autonomia di tre giorni.

Innovativo e ludico allo stesso tempo il Pierre DeRoche TNT Royal Retro, prima mondiale con sei meccanismi con secondi retrogradi. L’innovazione consente di facilitare le regolazioni e migliorare la resistenza agli urti. Il movimento è meccanico a carica automatica, calibro esclusivo Dubois-Dépraz, 58 rubini, con massa oscillante decorata e incisa in oro 22 carati, ponte centrale a 12 perni e 6 ponti dei secondi anglé e satinati, indicatori della lancetta retrograda in movimento, ruota dei minuti con logo Pierre DeRoche. Il tutto è racchiuso in una cassa in titanio trattato PVD nero, con lunetta in acciaio, anse, proteggi corona e corona in oro rosa 18 carati.

Ultra moderno il Concord C1 QuantumGravity, che vede il vuoto come materiale principale ed è caratterizzato da tourbillon aereo bi-assiale, riserva di carica a sviluppo verticale, secondi indipendenti, quadrante destrutturato, volume d’eccezione. È una colonna mobile in vetro, posta tra ore 12 e ore 13 a fare da indicatore di riserva di carica a sviluppo verticale. La lettura è invece un fatto di chimica reso possibile dal liquido di nanoparticelle verde fosforescente presente nel tubo. Spostata sul lato sinistro del segnatempo, letteralmente sospesa, la gabbia da tourbillon effettua rotazioni pluridimensionali sui due assi, dei quali il principale è quello verticale. L’orologio presenta dimensioni eccezionali: 48,5 mm di diametro, 22 mm di spessore e 57,5 mm di lunghezza, senza per questo compromettere la perfetta aderenza al polso che è garantita dagli attacchi privi di anse. Il titanio della cassa e l’alluminio della maggior parte dei componenti del movimento gli conferiscono inoltre una leggerezza sorprendente viste le dimensioni. L’anatomia è fatta di spazio e trasparenze.

Classico e futuristico allo stesso tempo lo stile del Louis Moinet Tempograph. L’orologio è caratterizzato dalla funzione dei secondi retrogradi, che è costantemente in movimento e si distingue per il lay out e la disposizione. Il movimento è un Louis Moinet Calibre LM05 racchiuso in una cassa che mette in luce la corona che integra l’attacco, in modo da facilitare se necessario la sua sostituzione. Tre le versioni disponibili, che alternano materiali quali oro e titanio.

Vuole ricordare il più alto monte africano il Gerald Genta Gefica Kilimanjaro, che utilizza un materiale come il bronzo, raramente impiegato nell’orologeria, assieme al titanio. Diverse le complicazioni, per un design lineare ma comunque sorprendente.

Lo stesso vale per l’F.P. Journe Octa Titanium con calendario perpetuo. La cassa in titanio racchiude un movimento automatico OCTA Calibre FPJ 1300-3 fatto in oro rosa 18 carati, che si può ammirare dal retro.

Vezzosi gli orologi della Artisan Time Piece Collection di Angular Momentum. Si ispira all’età dell’Art Deco il Time Gallery Belle Époque, che riprende nelle linee la magia di quell’epoca. La cassa in oro bianco 18 carati ha un quadrante quasi interamente ricoperto da diamanti e cristallo zaffiro che prendono le forme di motivi tipicamente Art Deco. Prende spunto dal mondo degli animali il Verre Eglomise Artisan, che ha dipinte sul quadrante diverse specie di uccelli. La cassa in oro bianco 18 carati è decorata da una corona di diamanti. Su entrambi i segnatempo l’ora si legge da una finestra a ore 12 o a ore 6, che lascia intravedere il numero arabo inciso su un disco.

L’ora si legge in un piccolo sottoquadrante – come il principale circondato da diamanti – nel delaCour Liberata, disponibile in diversi colori, dal romantico bianco e blu al più aggressivo giallo e nero. La particolarità è che il quadrante piccolo si muove liberamente a seconda dei movimenti del polso e della forza di gravità.

Per chi ama il gioco della roulette ecco l’SP-1 Roulette della malese Azimuth. Il quadrante riproduce esattamente il gioco, che può essere attivato premendo la corona. Una piccola pallina bianca comincerà a ruotare nella roulette e si fermerà su un numero. C’è anche un piccolo dado che serve per regolare le lancette. La cassa in acciaio ha forma rettangolare con quadrante in cristallo resistente all’acqua e racchiude un movimento automatico modificato ETA 2824-2.

Non possono mancare in questa rassegna i grandi nomi della moda. Ecco il Dior Christal Mystérieuse, composto da tre dischi indicanti ore, minuti e giorno, per un quadrante che cambia continuamente l’aspetto. Louis Vuitton ha presentato il Tambour Mysterieuse, modello con carica da otto giorni di riserva. Gli elementi del del calibro LV115 sono 115, tutti interamente fatti a mano. I modelli si potranno personalizzare nei colori, nei materiali e negli ornamenti.

Written by Redazione

Perini Navi Cup 2009

Pia Mariani per le donne cinesi