Gli Emirati Arabi parlano Made in Italy

Le Imprese e la stampa araba si mostrano sempre più interessate al prodotto italiano, e la corsa del business verso Oriente cresce

Una ricerca realizzata per il Comitato Lombardia per la Moda dall’Osservatorio Internazionale della Moda ha analizzato la percezione del Made in Italy attraverso le testate straniere focalizzando l’attenzione sui quotidiani arabi come Gulf News, Arab News, Jerusalem Post e Ha’aretz, in un periodo che va da settembre 2007 a febbraio 2008.

Su un totale di circa 500 articoli monitorati riguardanti le Aziende e i prodotti del Made in Italy, 100 sono i servizi che parlano alle eccellenze italiane dimostrando come sia alto l’indice di gradimento dei prodotti di casa nostra.

Un risultato davvero confortante, visto il trend degli ultimissimi anni in cui le principali griffe italiane del lusso si sono dimostrate sempre più interessate all’espansione in Medio Oriente.
Fendi, Dolce & Gabbana, Armani, Bulgari e Gucci, ad esempio, hanno deciso, infatti, di espandersi costruendo meravigliose boutique capaci di raccontare lo stile inconfondibile dell’eleganza.

Made in Italy, però, non è solo fashion.
Diversi sono i settori del lusso che hanno ottenuto tassi di crescita sbalorditivi. Trovano spazio, quindi, la Ferrari, che negli Emirati ha ottenuto una crescita del 60% nel 2007, e la  Maserati, con un nuovo ufficio aperto a Dubai.
Si parla di espansione anche della richiesta di articoli italiani anche nel settore del design, direttamente proporzionale al boom dell’edilizia, con la supremazia di Selva, B&B Italia e le cucine Boffi.
Un omaggio all’italianità che è altissima qualità, spettacolarità dei dettagli e funzionalità.

In questo scenario di vivace e crescente interesse per il prodotto italiano la Camera del Commercio di Milano e Fiera Milano, insieme al Comitato Lombardia per la Moda, hanno programmato importanti iniziative diplomatiche ed economiche, per dare nuovo impulso alle opportunità di business tra l’Italia e gli Emirati Arabi creando un marchio, unico al mondo, MADE in Milano, che raggruppa tutte le fiere della moda che si svolgono sul territorio lombardo, mettendole a sistema.
Made in Milano– afferma Giovanni Bozzetti, Presidente del Comitato Lombardia per la Moda-  diventa così il luogo irrinunciabile, un’opportunità per tutti gli operatori del settore per lavorare in modo vincente.”

Vuoi essere sempre informato su notizie di questo genere? Iscriviti alla LuxLetter

Avatar

Written by Redazione

Cina: alla Corte degli imperatori

Agent Provocateur: passione… per le scarpe