Giuseppe Verdi, casa all’asta?

La sua villa in provincia di Piacenza rischia di essere venduta

La casa di lusso in cui Giuseppe Verdi ha vissuto più a lungo e nella quale amava tornare dai suoi viaggi in Italia e in Europa, potrebbe essere venduta al miglior offerente.

Gli eredi del Cigno di Busseto, celebrato in grande stile l’anno scorso in occasione del bicentenario della sua nascita, dovranno spartirsi la storica villa di Sant’Agata di Villanova sull’Arda, in provincia di Piacenza.

Villa Verdi è la proprietà che il maestro emiliano acquistò nel 1848, abitandovi a partire dal 1851 e rendendola progressivamente sempre più sua. Fu Verdi, infatti, che eseguì di proprio pugno gli schizzi, dette indicazioni scritte e dettagliate per la scelta dei materiali e le misure del progetto di ampliamento della casa originaria.

In questo luogo il più celebre compositore Italiano visse e lavorò, godendo di un isolamento necessario al suo genio creativo e al suo carattere, schivo e riservato. La casa padronale di campagna, acquistata da Verdi, divenne così in pochi anni la residenza dove i canoni estetici del tempo e i suoi personali trovavano una perfetta realizzazione che, ancora adesso, il visitatore più acuto può comprendere e ammirare.

Staremo a vedere se la casa museo di Sant’Agata – ricca di cimeli, opere d’arte originali e dotata di un giardino punteggiato da statue, piante rampicanti e un suggestivo laghetto – sarà messa all’asta o se gli eredi riusciranno a trovare un accordo per preservare la dimora dell’illustre avo.

Written by Chiara

Milano Moda Donna AI 2014-2015, giorno quattro

Sochi 2014, i vincitori