Giselle Norman, la modella britannica che ha fatto di Cindy Crawford il suo esempio di self confidence

Giselle Norman non ha uno, ma ben due nei di bellezza, e ognuno di loro è esattamente a 4,5 centimetri dal centro del suo naso. Ha anche una carriera da modella stellare davanti a lei, dopo essere atterrata show dopo show al suo primo mese di moda. Tutto è iniziato con l’apertura di JW Anderson, e da lì ha continuato a prendere d’assalto Parigi, sfilando per artisti come Dior, Miu Miu, Valentino e Louis Vuitton.

Mentre i suoi amici stavano presentando le domande per l’UCAS in maggio, Gisele ha preso la decisione di chiudere definitivamente i suoi libri di testo su un treno diretto nel Sud della Francia per lo show Louis Vuitton. «Ricordo di essere stato in lacrime durante tutto quel lungo viaggio in treno di sei ore, con mia madre che mi diceva che avrei potuto compiere una scelta  fra la professione di modella e il proseguire gli studi».

«E’ stato lì  – prosegue Gisele – che il mio pensiero non ha avuto incertezze. Modella. Prima ero in fondo alla classe, non sapevo cosa stavo facendo, ricordo di aver chiamato Storm e di avergli comunicato di star lasciando gli studi, cosa che lui ha immediatamente riferito a Vogue. Non è stata una decisione difficile perché i miei genitori mi hanno aiutata molto».

Il suo debutto, a soli 17 anni, è avvenuto durante la settimana della London Fashion Week di JW Anderson lo scorso febbraio 2018. Con la direttrice casting di Vogue Ashley Brokaw che la seleziona sia per la slot di apertura che per l’esclusiva.

Crescendo nel West Sussex, la professione di modella chiaramente non era un lavoro che le attraversasse la mente tutti i giorni, anzi, Giselle lottava anche con problemi di fiducia in se stessa, come tutte le adolescenti. La cosa insolita era che bastasse la foto di una certa Cindy Crawford – con cui Giselle ora condivide l’agenzia – per cambiare il suo modo di percepirsi. «Non sapevo davvero cosa significasse sfilare quando ero più giovane, ma la prima modella che mi è stata mostrata è stata Cindy Crawford, per i suoi nei di bellezza davvero simili ai miei», spiega Giselle ridendo della situazione odierna.

«Ricordo che entrai nell’ufficio di mia madre e le dissi “Guarda, sono davvero cosciente di ciò che dico, per favore posso farli sparire?”. Non ha nemmeno parlato con me e ha continuato a scrivere, nel frattempo mi ha mostrato una foto di Cindy e mi ha detto “Pensi che sia bella? È famosa per il suo neo sul lato del labbro”. Da allora ho pensato che fosse così bella e ricordo di essere entrata a scuola il giorno dopo e di essere stata tipo super sicura di me e che dovessero stare tutti zitti. In realtà è la prima volta che racconto a qualcuno questa storia.» 

Luxgallery ti consiglia: Il film La Favorita ispira la moda Primavera/Estate 2019

Avatar

Scritto da Erika Barone

5 cose che in una donna fanno girare la testa agli uomini

tatuaggi

Tatuaggi, gli stili più cool del 2019