Giornata Mondiale Autismo 2020: i fotomodelli del domani

In una giornata così rappresentativa come quella di oggi, noi di Luxgallery abbiamo voluto concentrarci sul ruolo giocato dalla moda nei confronti di persone affette da autismo

In una giornata così rappresentativa come quella di oggi, noi di Luxgallery abbiamo voluto concentrarci sul ruolo giocato dalla moda nei confronti di persone affette da autismo. Ma prima di tuffarci a piè pari in questo universo glam, ci sentiamo di fare un appello, in riferimento all’emergenza sanitaria che stiamo vivendo. Se vedi una mamma e un bambino con qualche indumento blu o nastro blu che cammina nel quartiere, non urlare, non insultarli! O se vedi una macchina con un nastro blu, lo stesso. Sono mamme di bambini con autismo che sono usciti per cercare di calmare la loro ansia, per loro questo è molto difficile. Tolleranza e solidarietà.

credits: Onlus Modelli si Nasce

Adesso parliamo di “Belli ma distanti”, distanti per il loro autismo, il progetto dell’associazione Modelli si nasce. Nato per spazzare via ogni luogo comune e rendere modelli veri e propri i bei ragazzi affetti da autismo.

credits: Onlus Modelli si Nasce

Onlus “Modelli di Nasce”, il progetto

«Le competenze dei soggetti autistici potrebbero essere limitate in un mondo lavorativo sempre più competitivo. Mentre lo stare davanti ad un obiettivo fotografico, se opportunamente indirizzati, potrebbe essere la chiave per entrare nel mondo del lavoro. E soprattutto potenziare le loro autonomie», spiegano i promotori del progetto. «Spesso i ragazzi con autismo sono definiti bellissimi, ma distanti, chiusi in una torre d’avorio, affascinanti e misteriosi. Noi vogliamo esporli gradatamente in un contesto fatto di immagini, dove l’obiettivo della macchina fotografica è un soggetto terzo, che si interpone tra noi e loro, e che coglie le loro anime, le loro fragilità e le loro particolarità, cercando di avvicinarle alle nostre o, cercando di avvicinare le nostre alle loro, spronandoli attraverso l’imitazione del nostro mondo.»

«Il tentativo è quello di farli scendere da quella ‘torre d’avorio’ ed inserirli sempre più nella realtà, liberandoli da quel vestito affascinante e misterioso che tanto incuriosisce, ma che li rende inavvicinabili».

credits: Onlus Modelli si Nasce

Attualmente, quando si pensa ad un futuro lavorativo per soggetti autistici maggiorenni, soprattutto se a ridotta manualità, si prendono in considerazione solo determinati impieghi.  Attività di giardinaggio, cura degli animali, cucina, ospitalità alberghiera, quando il soggetto è ad alta reattività, hobby artistici. Questo progetto lancia invece una sfida diversa: proporre queste persone nel mondo della moda e dello spettacolo. Punta a fornire una preparazione atta ad un inserimento professionale alternativo, nell’ambiente di fotografia, moda e spettacolo. Gli psicologi, spalleggiati da esperti nel campo moda, spettacolo e pubblicità, individuano le competenze necessarie a svolgere l’attività di fotomodello. Progettando per ogni ragazzo un piano terapeutico per il raggiungimento di tale obiettivo. Rispettando i tempi di ognuno, a conclusione del primo percorso “Sono un fotomodello”, si realizza un book fotografico per ogni ragazzo che potrà quindi essere valutato da aziende private per eventuali impegni pubblicitari.

Giornata mondiale del sonno 2018: 7 italiani su 10 dormono male

Avatar

Written by Erika Barone

Emily Ratatjkowski Instagram: «4 cose che ho letto / ascoltato / guardato»

Coronavirus, Jennifer Lopez si reca in palestra durante la quarantena

Coronavirus, Jennifer Lopez si reca in palestra durante la quarantena