Giorgio Armani vale quasi 8 miliardi: ecco come lo stilista ha ottenuto e spende la sua fortuna

Secondo la rivista Forbes Giorgio Armani vale quasi 8 miliardi di euro. Come ha ottenuto una tale fortuna e soprattutto come la spende il magnate del brand di moda più famoso al mondo?

Giorgio Armani un nome, una garanzia. Secondo la rivista Forbes lo stilista, proprietario dell’omonima maison di lusso, varrebbe quasi 8 miliardi. Giorgio Armani, una leggenda del Made in Italy, ha realizzato la propria fortuna non solo nella moda, ma anche nella produzione e vendita di accessori, profumi, trucchi, arredamento d’interni, ristoranti, hotel e persino cioccolato. Secondo Bloomberg, che ha studiato gli archivi del registro italiano delle imprese, nel 2017 il magnate ha guadagnato 2,38 miliardi d’introiti.

Ma come spende la sua fortuna Giorgio Armani? Beh, ad ottantaquattro anni lo stilista investe in molte case di proprietà in giro per il mondo, dall’Italia al sud della Francia, all’isola caraibica di Antigua. Possiede poi un super yacht di lusso di 65 metri, proprio perché viaggiare lo appassiona, è un arricchimento. E pensare che tutto è iniziato per caso: Giorgio Armani, nato Piacenza nel 1934, si era iscritto alla facoltà di Medicina, che abbandona presto per il servizio militare. Si trova così un lavoro come vetrinista a La Rinascente di Milano, raggiungendo in seguito la posizione di buyer. È la sua prima incursione nel mondo della moda. Negli anni ’60 comincia a lavorare come stilista alla casa di moda Nino Cerruti, dove conosce Sergio Galeotti, che diventerà suo socio in affari. Nel 1975 fonda con questi Giorgio Armani Spa. Quattro anni dopo arriva il debutto oltreoceano: Giorno Armani attira su di sé l’attenzione internazionale, realizzando i vestiti di Richard Gere nel capolavoro del 1980 American Gigolo. Non è che l’inizio: introduce poi nuovi marchi come il celebre Emporio Armani.

Il punto di forza della maison? È stato lo stesso Armani a spiegarlo in un’intervista: «Sono stato il primo ad ammorbidire l’immagine degli uomini, e a rafforzare quella delle donne. Ho vestito uomini con tessuti da donna e rubato agli uomini quello che le donne volevano e di cui avevano bisogno: l’abito del potere!». Sempre avanti, al di là delle tendenze, impegnato a stupire il suo pubblico, Armani ha lanciato Armani Hotels & Resorts nel 2005, che gestisce hotel di lusso a Dubai e a Milano. Nel 2016, l’hotel di Dubai è stato nominato l’albergo più lussuoso del mondo. Record su record, primati entrati nella storia.

Avatar

Scritto da Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Valentina Dallari confessione choc: «Credevo di non arrivarci a questo Natale!»

Tata Italia: al via il contest “Design your future” per la realizzazione di scarpe da donna