Gioni, direttore aritistico della Biennale

Monica
01/02/2012

Massimiliano Gioni, direttore artistico della Fondazione Nicola Trussardi dal 2002, curerà la 55esima edizione dell’Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia

Gioni, direttore aritistico della Biennale

Il più giovane della storiaNel 2013 si terrà l’attesissima 55esima edizione dell’Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia.

E’ notizia di ieri che toccherà a Massimiliano Gioni, curare la prestigiosa manifestazione.

Direttore artistico della Fondazione Nicola Trussardi dal 2002, con i suoi 40 anni, sarà il più giovane direttore della storia della Biennale.

Massimiliano Gioni è stato nominato dal Consiglio di Amministrazione della Biennale di Venezia, presieduto da Paolo Baratta, che nella stessa sede ha provveduto anche alle nomine dei Direttori per i Settori Musica, Teatro e Danza.

Ivan Fedele sarà Direttore del Settore Musica per gli anni 2012-2015, Alex Rigola è stato confermato per 2012-2013 al Settore Teatro, mentre Ismael Ivo è stato confermato alla Danza per il 2012.

Beatrice Trussardi, Presidente della Fondazione, ha commentato con entusiasmo la nuova avventura di Massimiliano Gioni : ‪“Sono contenta e orgogliosa che il CdA della Biennale abbia scelto Massimiliano Gioni per guidare la prossima Biennale Arti Visive. In questi dieci anni di collaborazione ho potuto condividere con Massimiliano progetti e ambizioni, ma soprattutto una tensione all’eccellenza che ci ha permesso di riportare Milano al centro della scena e del dibattito internazionale dell’arte contemporanea. Scegliere un giovane, non ancora quarantenne, per guidare la più importante kermesse del mondo è un gesto coraggioso, che premia il lavoro e la serietà con cui Massimiliano ha portato avanti il suo percorso in questi anni e la fiducia di tutte le persone che hanno creduto in lui”.

Oltre alla famiglia Trussardi, un altro personaggio chiave della carriera di Gioni è senza dubbio Maurizio Cattelan.

Nel 2004, il critico d’arte classe 1973, è stato co-curatore della Biennale di Berlino, proprio insieme a Maurizio Cattelan e Ali Subotnick, con i quali ha aperto, dal 2002 al 2005, la “Wrong Gallery”, uno spazio no profit nel cuore di Chelsea a Manhattan dove sono passati i più importanti artisti internazionali.

Nel 2012 è in programma l’inaugurazione, sempre con il suo alter ego Cattelan, della galleria “Family business”, dedicata ad artisti che non hanno mai esposto.

Inoltre Gioni è stato nominato Associate Director e Director of Exhibitions del New Museum of Contemporary Art di New York nell’autunno 2010, e nello stesso anno è stato il Direttore artistico della Biennale di Gwangju in Corea.