Luxgallery > Fashion > Gioielli > Donna > Gioielli Haute Couture AI 14-15

Gioielli Haute Couture AI 14-15

Vai allo speciale

Mode à Paris

Valentino, Giambattista Valli, Giorgio Armani Privè, Elie Saab ma anche Bulgari, Chaumet e Buccellati.

A Mode à Paris, come consuetudine, non solo alta moda ma anche gioielli di lusso, che per l’autunno inverno 2014-2015 sembrano ispirarsi più che mai ai ruggenti anni ’20.

A Parigi, le più grandi maison di alta gioielleria hanno presentato preziosi dalle linee geometriche e dal mood retrò che verranno mostrati  Biennale des Antiquaires in programma nella Ville Lumiere dall’11 al 21 settembre.

Chanel ha pensato ad una collezione chiamata Café Society in onore della scena artistica emersa a Parigi dopo il 1913, con  Mademoiselle Coco assoluta protagonista. Con nomi come Broadway, Charleston, Jazz e Bubbles, gli 87 pezzi presenti sono realizzati prevalentemente con diamanti e onice intervallati da flash di colore.

Ispirazione Art Déco anche per la collezione Aria di De Beers, in vendita dal 21 luglio, e per quella di Louis Vuitton, chiamata Acte V e studiata da Lorenz Baumer caratterizzata da giochi di geometrie rigorose, laccature precise e l’immancabile V, moderno ideogramma della maison, disegnato da Gaston-Louis Vuitton. Da lasciare senza fiato il bracciale-polsiera in total black, illuminato da un pavé di diamanti, a creare una grande V e da uno smeraldo.

Anche Bulgari, ha presentato nella capitale francese 35 creazioni inedite, di cui 9 dedicate alle varie muse dell’arte. Ecco tra le altre, Lira, un collier caratterizzato dalla presenza di uno smeraldo taglio takhti di più di 86 carati.

In arrivo però una linea più accessibile, presentata a Parigi di fronte a un parterre d’eccezione che vantava la presenza di Carla Bruni, Arizona Muse, Poppy Delevingne, Zachary Quinto, Jared Leto, o ancora Clotilde Courau, Lilly de Wittgenstein, Olivia Palermo, Elena Perminova, Luke Evans, Elisabeth von Thurn und Taxis e Nina Dobrev.

“Siamo molto soddisfatti di questo progetto, Musa e le sue sorelle sono un omaggio all’arte e alla bellezza nel segno dell’atelier di Bulgari, capace di lavorazioni incredibili. Siamo inoltre profondamente fieri di esplorare anche un nuovo taglio delle pietre, il takhti, ovvero un cabochon antico importato dall’India che lavora la pietra rendendola ovoidale, facendole perdere alcuni carati ma valorizzandone la lucentezza e regalandole una sensuale morbidezza”, ha detto durante il party esclusivo Jean Christophe Babin, numero uno della maison.

Nella nostra gallery anche le novità per il prossimo inverno firmate Boucheron, Buccellati, Chaumet, Tiffany, Vhernier, Dior e Piaget, che ha festeggiato il suo 140esimo anniversario con una collezione inno al colore e con alcuni orologi ispirati a un modello del 1965 di proprietà di Jacqueline Kennedy Onassis, e è una versione più sottile di un orologio Piaget che apparteneva a Andy Warhol.

Vai allo speciale