Gioielli Haute Couture AI 13-14

A Parigi
Come di consueto a Mode à Paris non è di scena solo l’alta moda ma anche l’alta gioielleria.

Oltre ai defilè delle collezioni haute couture per l’autunno inverno 2013-2014, a Parigi sono stati presentati anche i gioielli di lusso delle più grandi maison.

Boucheron, Bulgari, Chanel, Chaumet, De Beers, Dior, Louis Vuitton, Van Cleef & Arpels, Atelier Versace, Swarovski e Maison Martin Margiela sono stati tra i protagonisti delle presentazioni parigine tra il 1 luglio e il 4 luglio.

Chaumet ha presentato un’anticipazione della capsule collection disegnata dal direttore artistico Claire Dévé-Rakoff che verrà svelata per intero nel mese di settembre: ecco una dozzina di anelli da sogno impreziositi di diamanti e zaffiri, che rappresentano il 70 per cento delle vendite di gioielli del marchio.

Con la sua collezione “Cher Dior” per Dior Joaillerie, la designer Victoire de Castellane ha incastonato le quattro tradizionali pietre preziose – diamanti, rubini, zaffiri e smeraldi – con gemme multicolor per un effetto stupefacente.

I preziosi sono stati organizzati in quattro famiglie – Exquise, Etincelante, Majestueuse e Fascinante – e si ispirano al pizzo degli abiti couture di Dior che hanno fatto la storia.

Bulgari, invece, ha presentato la nuova collezione di gioielli “Diva” alla presenza di uno stuolo di vip, tra tutti la testimonial Carla Bruni.

La collezione, caratterizzata da una combinazione di rare gemme colorate, è un tributo alle dive degli anni ’50 e ’60, icone inconfondibili di bellezza, eleganza e carisma.

Chanel Joaillerie ha svelato la raccolta “Sous le Signe du Lion”, ispirata al simbolo di Venezia e al segno zodiacale di Gabrielle “Coco”.

Il leone, animale fiero e maestoso, infatti, è uno dei feticci di Mademoiselle Chanel.

La prima visita della stilista in Laguna risale al 1920, dove rimase colpita dall’opulenza dell’architettura di stampo bizantino: l’oro e le decorazioni della basilica di San Marco sono rimasti impressi tanto che, al rientro a Parigi, decise di arredare il suo appartamento con alcune statue di leoni.

La raccolta, presentata in anteprima a Venezia e poi appunto a Parigi, include 58 pezzi ispirati allo “spirito animale”, creativamente tradotto in lusso dal dipartimento gioielli di Chanel.

La “Royal Lion” è il pezzo più rappresentativo della collezione: realizzato in platino, oro bianco e diamanti, vale 3,3 milioni di euro e può essere indossato sia come ciondolo sia come collana. L’elemento centrale è la testa di un leone, che può essere trasformata in una maestosa spilla.

Nella raccolta anche il “Lion San Marco”, un anello in oro e platino su cui domina la figura dell’animale simbolo della città scolpito in lapislazzuli che pone le zampe su una stella tempestata di diamanti bianchi e gialli: di questo pezzo ne saranno realizzati solo 5 esemplari.

Anche Maison Martin Margiela e Swarovski hanno scelto la cornice glam della settimana haute couture di Parigi per presentare la loro collaborazione: i due brand si sono uniti per realizzare una collezione di gioielli realizzata con “crystalactite“, materiale che fonde cristallo e resina bianca opaca.

I bijoux saranno disponibili nei negozi a partire da novembre in circa 130 punti vendita Atelier Swarovski in tutto il mondo, oltre che in alcuni negozi MMM.

Written by Monica

Sator punta su L’Autre Chose

Dsquared2, ristorante di lusso