«GingersUnite!»: il tenero abbraccio del principe Harry alla bambina dai capelli rossi

A Birkenhead una folla ha accolto i duchi di Sussex: a conquistare l’attenzione di Harry una bambina che aveva preparato per l’occasione un curioso cartello con la scritta «#GingersUnite. I love You Harry».

Una folla si è radunata a Birkenhead, vicino Liverpool, per accogliere i duchi di Sussex Harry e Meghan, al primo impegno ufficiale del 2019. Nella Hamilton Square tutte le attenzioni erano rivolte su Meghan Markle, l’attrice americana in dolce attesa, che ha abbinato per l’occasione i colori forti rosso e viola, un accostamento più volte indossato dalla compianta Lady Diana. Dicevamo, tutti gli occhi erano puntati su Meghan, tranne quelli di una bambina, la quale per il principe Harry aveva preparato addirittura un cartello che recava su scritto: «#GingersUnite. I love You Harry», traducibile grossomodo dall’espressione italiana «Uniti dai capelli rossi. Ti voglio bene Harry!».

Harry e Meghan durante la loro prima visita ufficiale del 2019.

A riportare la notizia insolita, quanto tenera la royal reporter Rebecca English su Twitter. La piccola di appena 4 anni si chiama Eliza Morris, ed è legata al giovane Harry dal colore dei capelli. Il duca di Sussex, colpito, l’ha dolcemente abbracciata e poi incuriosito le ha domandato: «Ti piacciono i capelli rossi? Io adoro questo cartello, è fantastico». L’episodio, ripreso dalle telecamere è avvenuto prima che la coppia reale visitasse la Tomorrow’s Women Wirral, un’organizzazione che dà sostegno e aiuto alle donne.

Harry e la madre Lady D.

L’episodio avvenuto a Birkenhead ricorda per certi versi un fatto accaduto anni fa a Lady D, nello specifico al 15 settembre 1984, il giorno di nascita di Harry. Come si è visto nei documentari TV sulla royal family, ma come pure hanno riportato i principali tabloid britannici, tra cui il famoso The Mirror, quando Lady Diana ha dato alla luce Harry, le prime parole del principe Carlo furono: «Oh, Dio, è un maschio. E ha persino i capelli rossi!». Secondo i rumor, infatti, Carlo dopo William avrebbe voluto una femmina a tutti i costi. A raccontare tale aneddoto la stessa Lady D in un’intervista rilasciata qualche anno dopo, quando Harry aveva circa 7 anni. Sui capelli rossi di questi si è scritto tutto e il contrario di tutto, qualcuno è arrivato addirittura a mettere in discussione la paternità del secondogenito di Lady Diana. Oramai è acqua passata e chissà che il bambino o bambina (non è stato ancora rivelato il sesso del nascituro) che Meghan aspetta non abbia lo stesso colore dei capelli del suo papà. Quel che è certo è che nascerà in primavera, se tutto va bene ad aprile.

Avatar

Scritto da Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Francesca Chillemi spiazza i fan con il “long bob”: addio ai capelli lunghi

Yolanda Hadid via il Botox e le protesi: l’inno ad un corpo naturale