Giambattista Tiepolo, il doodle

Google celebra il 318esimo anniversario della nascita dell’artista veneto

Google ricorda oggi, con un doodle a tema, il 318esimo anniversario della nascita del pittore veneziano più celebre del Settecento.

Giambattista Tiepolo nasce a Venezia il 5 marzo 1696 in corte San Domenico, nel sestiere di Castello, da Domenico Tiepolo e Orsetta Marangon.

Tiepolo operò per molti anni nella città natale, nella terraferma veneta, in Lombardia, affrescando ville, palazzi, chiese, e dipingendo luminose tele di contenuto storico o mitologico oltre che di soggetto religioso, tanto da essere considerato l’ultimo grande pittore di arte sacra d’Europa. La fama raggiunta fu tale da essere chiamato ad affrescare la Residenz di Würzburg e il Palazzo Reale di Madrid.

La mostra del 1971 realizzata a villa Manin a Passariano, la fastosa dimora dell’ultimo doge di Venezia adagiata nell’ampia pianura friulana, in occasione dei 200 anni dalla morte del pittore ha segnato il punto di svolta nella sua fortuna critica.

Tra dicembre 2012 e aprile 2013 l’Azienda Speciale Villa Manin e la Regione Friuli Venezia Giulia hanno realizzato in quella stessa sede un’esposizione monografica in grado di attraversare la complessa parabola artistica del pittore.

Per avere una panoramica completa delle opere dell’acclamato maestro del Settecento europeo, morto a Madrid il 27 marzo 1770, è opportuno visitare il celebre ciclo di affreschi del Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo (www.musdioc-tiepolo.it/musdioc/index.php) nel palazzo arcivescovile di Udine, raffigurante storie bibliche legate alla vita di Abramo, Isacco e Giacobbe.

Il logo del motore di ricerca riproduce oggi una delle opere di grandi dimensioni del Tiepolo, secondo il quale “li pittori devono procurare di riuscire nelle opere grandi […] quindi la mente del Pittore deve sempre tendere al Sublime, all’Eroico, alla Perfezione?”.

Giambattista Tiepolo, il doodle

Avatar

Scritto da Chiara

Villa Buti, pause di bellezza

Oscar 2014, i party più glam