Gessica Notaro: quando la #10yearschallenge non è solo una sfida social

Gessica Notaro, giovane miss riminese,  in questi giorni è stata protagonista, come tutti del resto, della #10yearschallenge.

Celebrità, persone comuni, politici, club sportivi, città, musei, aziende, scienziati, attivisti, perfino religiosi. Non manca nessuno all’appello social della 10 years challenge, sfida che consiste nel pubblicare una foto di dieci anni fa al fianco di una di oggi. Una moda nata sui social network come un gioco e che è diventata nel giro di pochi giorni un fenomeno globale virale. Gessica Notaro ha partecipato con entusiasmo alla challenge, mostrandosi in tutta la sua bellezza, passata e futura, da Miss. Il risultato che ne è scaturito è stato un insieme di commenti, circa 1.400, tra cui anche nomi celebri dello spettacolo, come Simona Ventura, tutti incoraggianti e di supporto. Più di 42.000 like. Pochi più di lei possono trarre da questo fenomeno social un valore pregno di significato e di denuncia sociale, che pone ancora una volta il focus sulla figura della donna, sugli abusi e sulla violenza da essa subiti.

Gessica Notaro non è una vittima

Ciò che colpisce di più è il punto di vista da cui la Notaro decide di affrontare la sua condizione di donna sfigurata dall’acido. Gessica non si pone come vittima, non si piange addosso e non si nasconde, Gessica sbatte in faccia le proprie ferite e cicatrici a tutti gli utenti di Instagram, pur essendo cosciente che la foto in questione verrà filtrata ed infine oscurata dal social, poiché ritenuta un contenuto sensibile. Lei ha la faccia in pezzi e quelli sensibili e da riguardare saremmo noi.

La sera del 10 gennaio 2017 l’ex fidanzato di Gessica, Jorge Edson Tavares, l’aggredisce sotto casa buttandole in faccia dell’acido. Già da qualche mese la ragazza lo aveva denunciato per le continue persecuzioni e appostamenti sia davanti al posto di lavoro che davanti casa sua. Per questo motivo a Tavares era stato imposto l’obbligo di stare a cinquanta metri di distanza dalla Notaro e successivamente era stato messo anche agli obblighi domiciliari. Attualmente la modella sta affrontando molte terapie giornaliere e costosissime per impadronirsi di nuovo del suo viso e della sua vista (da un occhio non vede quasi più nulla). Sta lottando duramente perché sia introdotta una legge per omicidio d’identità, una pena per chi sfregia qualcuno togliendogli la possibilità di riconoscersi allo specchio, lasciando vivere la preda uccidendola “solo” psicologicamente.

Gessica e l’uomo della luce

Gessica Notaro attualmente è felicemente fidanzata con Allen Esposito Linares, un giovane cubano di 37 anni che la ama e che non l’ha mai lasciata sola. Lei lo ha presentato con un post su Facebook nel giugno scorso:
«Ecco l’uomo della luce. Colui che in questo percorso così doloroso e impervio non ha mai smesso di tenermi la mano. E con grande amore mi ha fatto capire che per lui, nonostante tutto quello che è successo, resto sempre la donna più bella del mondo. Questo è l’uomo che ognuna di noi dovrebbe avere al proprio fianco. Sempre.»

Avatar

Written by Erika Barone

Diletta Leotta e la #10yearschallenge: peccato per la barba!

Lubiam, brand made Italy: non solo moda ma anche sostegno all’arte