George Clooney per la Gioconda

La star di Hollywood nei panni di Monuments Man anche nella realtà
George Clooney, grande assente alla notte degli Oscar 2014, veste i panni di paladino dell’arte anche fuori dal set cinematografico.

Dopo aver impersonato il leader dei Monuments Men nel film omonimo da lui diretto, l’attore americano si è unito all’appello per il rientro della Gioconda a Firenze promosso da Silvano Vinceti, presidente del Comitato nazionale per la valorizzazione dei beni storici, culturali e ambientali.

Clooney si è schierato a favore dell’iniziativa che punta a far tornare in Italia il capolavoro di Leonardo da Vinci custodito al Louvre per una mostra temporanea nel capoluogo toscano.

“L’adesione di un famoso attore come Clonney – ha commentato Vincetiè un fatto di grande rilevanza per la continuità e il rilancio della nostra iniziativa. Il primo invito che faccio a Clooney è di raccogliere adesioni fra le grandi star di Holloywod, convinto come sono che risponderanno positivamente al nostro appello, a differenza di molti attori e intellettuali italiani che splendono per la loro assenza. Spero anche che l’attore americano accetti la mia proposta di fare una conferenza stampa a Parigi per rilanciare, proprio dalla capitale francese, la nostra richiesta del rientro per un mese della Gioconda a Firenze a distanza di cento anni, dopo il clamoroso furto, del suo ritrovamento avvenuto nella città toscana”.

La star di Hollywood deve aver preso a cuore il destino della Monna Lisa dopo aver visitato il Cenacolo vinciano in occasione della premiere milanese del suo ultimo film, che racconta la storia di una squadra di storici dell’arte ed esperti incaricati dagli alleati di recuperare tesori artistici trafugati dai nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale.

Quando si dice immedesimarsi nella parte…

Written by Chiara

Forbes, i miliardari del 2014

Fuorisalone 2014, Zona Santambrogio