Genten Firenze, dal Giappone con la qualità italiana

Intervista a Kunihisa Okada
È stato inaugurato a Firenze il primo monomarca di Genten Firenze.
Questo marchio, nonostante il nome italianissimo, è un brand giapponese di pelletteria artigianale la cui filosofia si basa sul rispetto dell’ambiente.

Infatti i materiali sono tutti rigorosamente selezionati, le pelli sono trattate con colori vegetali, a cui si aggiungono legno, bambù e pietre. Inoltre le parti metalliche, come il ferro, l’ottone e gli elementi di fissaggio, vengono usati senza elaborazioni e placcature, tutte senza nickel, in modo tale da rimanere elementi riciclabili. Le lavorazioni sfruttano le caratteristiche originali di ogni materia prima, tutte utilizzate attentamente senza sprechi.

Il gruppo giapponese Kuipo, proprietario del marchio, ha scelto come location per il flagship store Palazzo dei Cerchi, nel cuore di Firenze, presso Piazza della Signoria. E la natura fiorentina del brand è sottolineata anche dallo stemma rivisitato della Famiglia dei Cerchi, dipinto e ricamato a mano dagli artigiani toscani.

“Sono grande amante della cultura fiorentina – ha detto Kunihisa Okada, presidente dell’azienda – e ho scelto lo storico Palazzo dei Cerchi, costruito nel XVI secolo, non solo per la sua architettura rinascimentale, ma anche per la sua figura storica, affine a Genten Firenze. Ne apriremo altri in Italia: a Roma e Venezia”.

Genten Firenze

La boutique è sviluppata su due piani ed è curata dall’interior design Yukio Ishiyama mentre le installazioni luminose sono della famosa light designer Eriko Horiki. Al piano inferiore del negozio è allestita una bottega permanente con un artigiano fiorentino Genten, che personalizza e incide le borse acquistate all’interno del negozio. Inoltre, per gentile concessione di un noto museo giapponese, saranno in mostra per un mese intero presso il negozio, trenta pezzi originali di borse appartenenti al periodo Edo, il rinascimento giapponese.

Perché, a parte la sua passione per Firenze, avete voluto legare così prepotentemente il marchio al capoluogo toscano?
Per ribadire l’origine dei prodotti, infatti la produzione delle borse e della valigeria di Genten Firenze è affidata alla conceria Carlo Badalassi, a Santa Croce sull’Arno. La conceria è specializzata da oltre quarant’anni nella produzione di pellame conciato al vegetale (vacchetta), consistente in una vasta gamma di articoli con ricercate rifinizioni manuali di carattere esclusivo di alta qualità. La produzione delle altre linee avviene in Giappone e Thailandia.

Avete altri monomarca in giro per il mondo
Il marchio Genten è distribuito a New York, Parigi, Beijing e nove boutique in Giappone.

A quanto ammonta il giro d’affari complessivo del marchio?
Kuipo fattura 150milioni di euro l’anno. Per il lancio della subsidiary italiana, Kuipo Italia, abbiamo stanziato un budget iniziale di 2milioni.

Quali sono i vostri Paesi clienti più importanti?
Sicuramente il Giappone.

La vostra realtà è famosa anche perché produce per marchi famosissimi.
Si, noi siamo licenziatari per le linee di pelletteria di Anna Sui, Rebecca Taylor, Eley Kishimoto, Daks, Clathas, Double Standard Clothing, Black by Moussy, Style81, Saint Joie e Rogica.

Alessandra Iannello

Written by Francesca

Pasqua 2012, una festa d’arte

Un diamante blu per Beyoncè