Genny sceglie Sara Cavazza Facchini

Debutto a Milano Moda Donna
Dopo le due sfilate di Giorgio Armani, è la collezione primavera estate 2014 di Genny a calcare le passerelle dell’ultimo giorno di Milano Moda Donna.

Non poteva sperare in un palcoscenico migliore Sara Cavazza Facchini per presentarsi come nuovo direttore artistico della griffe, fondata nel 1962 ad Ancona dall’imprenditore Arnaldo Girombelli.

La giovane fashion designer, classe 1979, si aggiunge così a una lunga lista di personalità – da Gianni Versace a Gabriele Colangelo –  che hanno reso grande un marchio che in principio identificava eclusivamente una produzione artigianale di gonne e camicette.

“Una femminilità autentica, un’eleganza senza tempo, una contemporaneità fatta di dettagli: questo è l’heritage Genny che voglio recuperare”, con queste parole Sara Cavazza Facchini sintetizza l’esigenza di ritrovare nelle collezioni Genny quella femminilità e quel concetto di lusso autentico capaci di interpretare le necessità di una donna del ventunesimo secolo.

La direzione artistica “al femminile” è un ritorno alle origini per la Maison marchigiana che proprio agli esordi è stata coordinata da una donna, Donatella Ronchi, futura moglie dello stesso Girombelli.

Sara Cavazza esordisce a 16 anni come modella e dopo un master in ufficio stampa e comunicazione allo Ied di Milano, sposa Mathias Facchini, amministratore delegato di Swinger International, l’azienda veronese che nel 2011 acquista proprio lo storico marchio di pret à porter Genny.

Se la moda, negli ultimi tempi, è stata troppo lontana dalla donna, ora Sara Cavazza Facchini vuole riavvicinarla perché, spiega lei, “sono una donna che lavora e madre di due figli, mi piace indossare capi che rappresentino il mio io e che vivano in armonia con la mia quotidianità”.

Sfilata primavera estate 2014 di Genny

Avatar

Written by Chiara

Milano Moda Donna PE 2014, domenica

Emmy 2013, vincitori e red carpet