Gancia diventa russa

Francesca
20/12/2011

Gancia, una delle casa vinicole italiane più storiche, ha ceduto al colosso russo Russian Standard dell’oligarga Roustam Tariko il 70 per cento delle quote aziendali

Gancia diventa russa

Acquisita da Russian StandardSarà sulle tavole di moltissimi italiani per brindare a un felice Natale 2011 e uno svavillante Capodanno 2012, ma uno degli spumanti più famosi d’italia, lo storico Pinot di Pinot, non è più tricolore.

L’azienda F.lli Gancia è passata di mano a una delle più importanti imprese russe del settore beverage, la Russian Standard dell’oligarga Roustam Tariko.

Stando a quanto detto dal quotidiano russo Kommersant il valore della transizione dovrebbe essersi aggirato attorno ai 150 milioni di euro.

Gancia è una delle casa vinicole italiane più storiche. La società piemontese con sede a Canelli (Asti) fondata nel 1850 ha ceduto al colosso russo il 70 per cento delle quote aziendali mantenendo il 30 per cento della società e due posti nel nuovo consiglio d‘amministrazione per garantire l’eccellenza made in Italy di cui è sempre stata portavoce nel mondo.

“Il nostro è un investimento strategico di lungo periodo che ci garantirà l’opportunità unica di diventare una delle società dominanti nel settore beverage a livello mondiale. – ha dichiarato Roustam Tariko. Abbiamo le dimensioni, le infrastrutture, l’esperienza e le risorse finanziarie tali da trasformare Gancia nel marchio leader sia in Russia che a livello globale”.

Cin cin, anzi na zdorovie!