Fuorisalone Milano 2018: Elica e Fondazione Ermanno Casoli presentano Visionair by Labics

Fuorisalone Milano 2018: le anteprime dalla Milano Design Week

Al Fuorisalone 2018Elica  società multinazionale leader mondiale nel settore delle cappe da cucina – in collaborazione con la Fondazione Ermanno Casoli, racconta la propria filosofia di innovazione e design con l’installazione Visionair realizzata dallo studio di architettura Labics, a cura di Marcello Smarrelli. Dal 17 aprile, all’interno della mostra ‘House-in-motion‘ di Interni, i visitatori potranno immergersi in un’esperienza sensoriale suggestiva che svelerà un nuovo e inaspettato modo di vivere la cucina.

L’opera Visionair si ispira ai valori distintivi del brand Elica, che da sempre pone al centro della propria vision uno sguardo al futuro e il coraggio di esplorare mondi nuovi, con una particolare attenzione ai linguaggi del contemporaneo, grazie anche all’attività decennale della Fondazione Ermanno Casoli. Con l’innovativo piano aspirante NikolaTesla, l’azienda capovolge il punto di vista in cucina portando una vera e propria rivoluzione in questo ambito. Da una riflessione su questa straordinaria innovazione, nasce l’installazione pensata da Labics per sorprendere il mondo del design che si riunisce per l’appuntamento più atteso dell’anno.

“L’installazione Visionair rappresenta il continuo percorso di innovazione di Elica, non solo nella tecnologia, ma anche nel design, verso una più semplice e intuitiva interazione delle persone con i prodotti. Abbiamo scelto il contesto del Fuorisalone per proporre la nostra interpretazione della cottura che diventa esperienza, rappresentata dal piano aspirante NikolaTesla, in modo originale ed indimenticabile” – ha dichiarato Francesco Casoli, Presidente di Elica. Visionair si impone all’interno del cortile storico della Cà Granda sede dell’Università degli Studi di Milano: una struttura moderna a prisma composta di moduli di acciaio riflettenti che, avvicinandosi, si rivela, lasciando percepire la presenza di uno spazio inusuale al suo interno, invitando le persone ad entrare in una dimensione surreale e capovolta della realtà. L’atto di varcare una soglia allude all’immaginario della casa, che accoglie e protegge. Ma è anche metafora di una grande porta, attraverso cui poter accedere all’universo innovativo Elica.

Rebecca Fassone

Written by Rebecca Fassone

Viaggi nell’Antica Roma 2018: tornano gli spettacoli di Piero Angela e Paco Lanciano

Parigi, alla Fondazione Louis Vuitton la mostra “Au diapason du monde”