Fuori Salone 2008: Free:go e le maniglie gioiello

Il 19 aprile si terrà uno degli appuntamenti più attesi e sorprendenti della settimana del design

Uno degli eventi da non perdere durante la Settimana del design 2008 è Free:go, in programma il 19 aprile a partire dalle 20 presso lo Spazio Maderna in via  Maderna 13.

Le sorprese verranno dall’allestimento, dalla presenza di personaggi significativi del mondo del design, della fotografia d’autore, della scenografia teatrale e cinematografica, della musica. Ne deriva un evento capace di proporsi come esperienza ‘totale’, dove arte, cinema, design, musica convivono in un tutto sensoriale.

Il filo conduttore dell’intero evento saranno ‘i sensi’, in un percorso a 360° che offre una visione del design e del quotidiano che coinvolge corpo e mente portando l’esperienza vissuta su un piano attivo. Da anni si assiste alla proposizione di oggetti e di proposte abitative e produttive in cui l’individuo pare essere più un ospite, un osservatore, che non un protagonista. E per ribadire questo cambio di prospettiva, ampio spazio verrà dato alla proiezione di immagini del fotografo Andrea Chisesi.

Non può certo mancare la musica, con  la performance che coinvolgerà il progetto ONEboy.
Qui la musica è la combinazione alchemica di musicisti, producer e di vocalist che propongono una miscela di generi musicali diversi su varie velocità (bpm) e con improvvisazioni di stile. Alla consolle ecco DJ Roby J, un personaggio noto al mondo della notte italiano ed estero.

Lo spazio accoglie il giovane e brillante designer Giangi Razeto. Il prodotto protagonista sarà una collezione di maniglie, oggetti in grado di  profumare, illuminare, colorare la vita quotidiana. Le maniglie sono montate su due porte di Lualdi che prestano la propria eleganza.
La collezione è pensata per rivoluzionare l’idea classica della maniglia. Il sistema si compone di due elementi: la maniglia universale e l’impugnatura. E’ disponibile in diverse versioni con funzione di fermaporta magnetico, paracolpi antishock, aroma terapico. Intercambiabile, diventa un gioiello da indossare secondo l’umore, l’occasione o l’arredamento.

Così, in un total event come questo, la maniglia simboleggia l’ingresso in un mondo parallelo, non diviso per schemi, non rigido e non moralista.

Alla festa designer e artisti si distingueranno nella folla della festa grazie a un vistoso dettaglio mentre a dare un tocco ci sarà l’oggettistica di Nicy, bicchieri, cestelli per il ghiaccio e altro ancora realizzati con tecnologia Led.

L’allestimento, ancora top secret, è realizzato su progetto di Mario Torre, noto scenografo teatrale, coadiuvato da Greta Cuneo.

Vuoi essere sempre informato su notizie di questo genere? Iscriviti alla LuxLetter

Avatar

Written by Redazione

Pen of The Year 2008 Faber-Castell

Fuori Salone 2008: Zanotta e la Commedia del Sacco