Francesca Mambrini

Un viaggio alla scoperta della maisonLeggero come le ali di una farfalla, simbolo della maison, è il concetto di eleganza di Francesca Mambrini, un marchio che in pochi anni ha conquistato diversi mercati in Italia e all’estero – Stati Uniti, Russia, Estremo Oriente e creato una rete commerciale sempre più strutturata e in crescita.

“Scarpe che vogliono essere  innanzitutto oggetti unici e preziosi paragonabili a una sensazione, a un’emozione forte”. Francesca Mambrini racconta le sue creazioni tra sogno, quello d’infanzia, e razionalità imprenditoriale, maturata in Redwall, Borbonese, Alessandro dell’Acqua e Cherry Grove.

La passione per la moda ha origini nell’infanzia, quando, Francesca passava le sue giornate nell’atelier della nonna materna. Modista e appassionata di viaggi Clelia Venturi fortifica nella nipote l’animo romantico e sognatore: “andavo tutti i pomeriggi nel suo laboratorio dove venivano fatti questi cappelli per tutte le dive e per le principesse…un mondo di sogni” che ha segnato la sua formazione e di donna e di creativa.

Scarpe gioiello super lusso, capolavori di artigianalità e impreziositi da cristalli Swarovski e applicazioni esclusive per una lei che vuole essere unica e soprattutto preziosa.
“La donna che ispira le mie collezioni non ha caratteri fisici precisi, ma è di classe ed è ironica, tanto è vero che, molto spesso mi piace giocare  con i colori; ogni creazione è un omaggio a donne impegnate tra la famiglia e il lavoro, attive e soprattutto amanti delle cose belle e ben fatte.”Curate meticolosamente e  in ogni dettaglio, rigorosamente fatte a mano da artigiani napoletani, le collezioni di Francesca Mambrini sono ricche di decor che differenziano un pezzo dall’altro e ogni elemento è frutto di grande ricerca.
Tutto esprime una grande passione per calzature che vogliono essere soprattutto oggetti del desiderio, dove  nulla è lasciato al caso, inseguendo la perfezione.

“Il lusso non è nell’apparire ma nell’essere perciò ci sono delle cose che sono apparentemente semplici però hanno un lusso intrinseco pazzesco.
Nelle mie scarpe il lusso è espresso nell’artigianalità con cui vengono fatte. Sono calzature all’apparenza molto semplici che in realtà custodiscono costruzioni molto complesse e le rifiniture valgono molto di più di tantissimi gioielli messi sopra.”
Collezioni eclettiche che uniscono in modo sapiente materiali pregiati a tecniche di lavorazione innovative. La collezione Autunno-Inverno 2008-2009 rende omaggio allo stile massimalista della designer americana Iris Apfel con una edizione limitata, composta da sei modelli, imperdibili e indimenticabili.

Francesca Zottola

Avatar

Written by Francesca

StartMilano, tre giorni di arte contemporanea

Hogan si rinnova