Fisico apre a Torino e punta all’estero

Intervista a Mario Bergamini
Nessuno è profeta in patria, recita un motto latino che ben si sposa al brand Fisico che, solo dopo oltre vent’anni di attività, ha aperto il suo primo monomarca a Torino, città sede di Crisfer, la società proprietaria del marchio.

“Dopo Milano, Capri, Porto Rotondo e Forte dei Marmi – spiega Mario Bergamini, amministratore delegato di Crisferabbiamo inaugurato lo store di Torino. Abbiamo lasciato “per ultima” la nostra città perché per noi è una piazza meno strategica in quanto il nostro è un marchio di beachwear couture, ovvero abbiamo costruito una linea di prêt-à-porter partendo dall’abbigliamento mare. Abbiamo colto l’opportunità perché il locale è in una zona d’immagine. Inoltre questo monomarca è nato dalla collaborazione con amici (fra cui spicca il nome di Ciro Ferrara ex-giocatore, ex-allenatore della Juventus e oggi allenatore della Nazionale under 21 ndr) che hanno deciso di investire per aprire, con la formula del franchising, il primo monomarca torinese”.

Il negozio, ubicato nella centralissima via Andrea Doria si sviluppa per 130 metri quadrati su due livelli all’interno di un palazzo antonelliano ed è caratterizzato da un arredo minimal nei colori che variano dal grigio tortora al nero e al bianco nella versione lucida e opaca in cui emergono dettagli in acciaio, vetro e specchio.

Boutique Fisico Torino

Al piano terra c’è la zona accueil, con il bancone specchiato e decorato con il logo “F” a retro illuminazione. Dietro svetta un’immagine della campagna pubblicitaria primavera-estate 2012 stampata su tela e collocata su un pannello anch’esso retro illuminato. Il pavimento è in granito antique brown a superficie naturale anticata e spazzolata, con cristalli incastonati che generano effetti di luce scenografici. In pietra anche la scala che conduce al primo piano, impreziosita da un parapetto in cristallo e acciaio lucido, arricchita da due gigantografie della campagna pubblicitaria che accompagnano visivamente il cliente al piano superiore. Qui la boutique si estende su tre aree, due delle quali interamente dedicate alla collezione donna e una a Fisichino; una tenda trasforma all’occorrenza questa zona in un grande salotto-prova per garantire la massima riservatezza a mamma e figlia.Fisico

Dopo Torino sono in previsione altre aperture?
Stiamo valutando delle location a Roma ma i nostri parametri sono molto restrittivi e quindi non è facile trovare negozi sfitti nelle zone dove solitamente ci posizioniamo. Infatti tutti i nostri monomarca sono in aree centrali e di prestigio.

Avete un progetto di aperture estere?
Per Fisico è diventato oggi necessario uscire dall’Italia. Infatti l’80% del nostro fatturato (che nel 2011 si è attestato a 6milioni di euro ndr) è generato nel nostro Paese e noi vorremmo, nell’arco dei prossimi cinque anni, ribaltare questa percentuale. Al momento stiamo valutando dei distributori per Germania, Russia, Medio Oriente e Usa, in un secondo tempo vaglieremo l’opportunità di aprire anche dei monomarca.

Avete in previsione l’ampliamento della gamma dei prodotti firmati Fisico?
Siamo in trattativa con aziende importanti per siglare le licenze per profumi, pelletteria e occhiali. Inoltre stiamo vagliando la possibilità di dare in licenza Fisichino, la nostra linea bambina.

Fisichino - linea bimbo di Fisico

Alessandra Iannello

Written by Francesca

Balmain, autunno inverno 2012-2013

Roland Mouret, autunno inverno 2012-2013