Firenze, Essenziale di Simone Cipriani

A Firenze, in Piazza del Cestello, c’è Essenziale, ristorante condotto dallo chef Simone Cipriani.

Essenziale è il progetto di ristorazione dello chef patron Simone Cipriani nato nel Settembre 2016. Essenziale perché qui, tutto è essenzialità, semplicità ed emozione.
Essenziale è l’ambiente. Un tavolo comune, conviviale per chi ama socializzare; un’area “lounge” con due divani in pelle dal sapore retrò per fare un aperitivo o bere un distillato dopo cena; un piano rialzato, a cui si accede da alcuni scalini, con i tavoli vicini alla cucina e un bancone con sgabelli.

Un approccio easy, informale e smart… Essenziale anche nella mise en place, su ogni tavolo solo il bicchiere e il tovagliolo. Le posate, che saranno utilizzate per tutta la durata del pasto, sono nascoste in un cassetto sotto il tavolo. Leggerezza ma di classe.

LOCALI FIRENZE

Essenziale è la cucina di Simone. Una proposta gastronomica che racconta la tradizione culinaria italiana che si diverte a farsi contaminare dal resto del mondo.
In sala, il servizio è curato da un solo cameriere che si occupa del vino e degli ordini; poi i protagonisti sono i cuochi che servono e spiegano i piatti da loro preparati.

Simone Cipriani collega la sua cucina al concetto di “Mercato”: i piatti di Essenziale si scelgono dalla lavagna a muro. Questo permette alla cucina di essere flessibili e di lavorare materie prime sempre fresche seguendo l’istinto e la creatività.
I piatti, come i menu degustazione definiti “Menu Buio”, da 6 o 8 portate, sono sempre in evoluzione e vengono creati a seconda della disponibilità del prodotto e della freschezza degli ingredienti.

Essenziale, oggi, si racconta anche attraverso il suo spin off FAC, una trattoria con contaminazioni dal mondo, aperta circa un anno fa, all’interno di Eataly.
Obiettivo di Simone Cipriani? Far divertire con gusto e sostanza!

Foto locale by Giovanni Rasoti
Foto dei piatti by Gianni Ugolin

Sara Biondi

Scritto da Sara Biondi

Sara Biondi, classe 1982.
Food & Travel Hunter. Giramondo per passione ma soprattutto per lavoro.
Esperta di Comunicazione e Management nei settori Ristorazione e Hotellerie.

drag queen

Quando il trucco è trasformista: la Drag Queen che diventa Britney Spears

Il principe azzurro esiste e porta il nome di Ben Dahlhaus, il modello dagli occhi di ghiaccio

Back to Top