Filippo MUD, il “ristorante nuovo” di Filippo Di Bartola

Filippo MUD: un nuovo ristorante? No, un ristorante nuovo.

Filippo MUD, Filippo Di Bartola e il suo “ristorante nuovo” a Pietrasanta.
Ha sempre “volato in alto” Filippo fin da quando, giovanissimo, approda all’Enoteca Pinchiorri dove ha imparato l’arte della sala. Nuovi insegnamenti anche da Lorenzo a Forte dei Marmi. E poi, nove anni fa, il grande salto a Pietrasanta dove trova una città che cresce, con gli artisti che espongono e passeggiano in centro.

ristorante pietrasanta

Pietrasanta è una galleria d’arte a cielo aperto. Un borgo di locali, negozi, gallerie d’arte e caffè. È la casa di Filippo. Qui ha imposto nel tempo piatti dimenticati; ha raccontato che un altro mondo è possibile coniugando savoir faire e numeri importanti.
Il suo locale ha accolto grandi chef e personaggi dello star system, ma Filippo ha deciso di cambiare, di evolversi. Un locale nuovo per Filippo Mud ribattezzato “la Brigata”. Lascia il gioco in mano ai suoi ragazzi ormai interpreti perfetti della sua tradizione e delle sue abitudini. Filippo Mud decide di aprire il suo nuovo Filippo a pochi metri là dove c’era una vecchia autorimessa e dove poi il grande gallerista milanese Cardi ha ospitato pop art e arte povera.

Filippo diventa così Filippo Pietrasanta. Due nomi propri per un solo brand. Cucina moderna, com’è moderno il concept del locale. Contemporaneo, accogliente, rilassante dove l’accoglienza non ha sbavature.
Il progetto di interior design è stato affidato agli Architetti Capecchi e Summoniti dello Studio L.C. & CMS con sede in Pietrasanta. L’obiettivo è stato quello di far colloquiare l’interior design con lo spazio preesistente attraverso l’uso delle loro forme, dei loro materiali, dei loro colori.
Tre i grandi momenti di vita. C’è il bar per i cocktail e per una cena meno impegnativa. E in questi due anni è diventato talmente importante il MUD bar che il ristorante si è trasformato da Filippo Pietrasanta a Filippo MUD.
C’è la grande sala con tavoli quadrati e tondi e la cucina a vista. In estate ci sono i tavolini in strada e poi uno spazio aperto in un piccolo cortile interno dove vivono un orto e una vite che dà origine ad un pergolato. Niente tavolini, ma la possibilità, magari, di apprezzare un buon sigaro. Cinque ambienti quindi in un solo locale. Questo è oggi Filippo MUD!

versilia locali

Filippo MUD propone una moderna cucina italiana. «Preferisco parlare di cucina moderna – racconta Filippo – nel senso che si esce dagli estremismi dell’arte e della cucina dell’oggi per l’oggi, ma si entra in una dimensione dove il moderno è figlio di una grande attenzione alla tradizione e al passato».
Una cucina che propone sia piatti tipici della Versilia che ricette toscane con echi d’Oltralpe. A dirigerla il giovanissimo Diego Poli, 29 anni e un percorso come pastry chef con Andrea Mattei e Giuseppe Mancino, oltre a esperienze al Geranium di Copenaghen e il Mugaritz guidato dallo chef Andoni Luis Aduriz a San Sabastian.

pietrasanta versilia _ ristorante MUD

Creatività nell’accostamento dei sapori e non ultimo nella presentazione dei piatti, vere e proprie opere d’arte, impreziosite anche dalla scelta di materiali particolari per l’impiattamento e per la composizione.
Una carta interessante, dagli antipasti alla pasticceria, con piatti cult del MUD come il “Crudo del Tirreno”, gli “Spaghetti ai ricci di mare”. Più attuali il “Tagliolino al finocchietto di mare con noodles di cappesante”  o il “Risotto allo stracchino con polenta bruciata e cavolo cappuccio”.
Tra i dolci  il “Millefoglie” finito al tavolo o il “Giardino di Igor” ispirato al grande Igor Mitoraj con cioccolato bianco, arancia, e mandorla salata.

Piatti accompagnati da calici di ottimi vini scelti e selezionati dal sommelier Valeria Hinna Danesi, insieme allo stesso Filippo.
Una ricerca attenta e minuziosa per proporre etichette di bianchi e rossi da tutta Italia, con interessanti escursioni in territorio francese e in particolare nello Champagne.
Al MUD puoi fermarti anche per uno snack o gustare strepitosi cocktail al cocktail bar dove la ricerca di prodotti di qualità si esprime in una drink list contemporanea e mai banale. Interessante la selezione di distillati e liquori.

Leggi anche –> Plato Chic Superfood, un “indirizzo sano” a Milano

Avatar

Scritto da Soraya

La Cappella del Barolo, alla scoperta della chiesetta colorata nel cuore delle Langhe

I look più belli di Gigi Hadid: il riassunto delle tendenze moda 2018 e 2019