Luxgallery > People & Brand > Business > Fieracavalli 2012, turismo equestre in crescita

Fieracavalli 2012, turismo equestre in crescita

La fiera di Verona salta la crisi
Si è conclusa ieri, 11 novembre 2012, l’edizione numero 114 di Fieracavalli.

Una quattro giorni che ha fatto registrare dati positivi e incoraggianti per l’equiturismo: sono stati oltre 156mila i visitatori provenienti da 75 Paesi che hanno partecipato alla manifestazione veronese più rinomata del settore.

Vediamo gli altri numeri che ha messo a segno la kermesse: 2.500 cavalli di 60 razze, un intero quartiere fieristico di 350mila metri quadrati, oltre 650 espositori da 25 nazioni, 45 associazioni allevatoriali di cui 10 estere e 180 iniziative tra gare sportive, mostre e spettacoli con record di presenze tra Westernshow e Salone del Cavallo Iberico che diventano le due manifestazioni di riferimento europeo delle rispettive aree.

Ottimo il riscontro di pubblico anche durante le gare della ROLEX FEI World CupTM di Salto Ostacoli con 12.500 spettatori e nel Gala serale con 10.200 presenze.

“Nonostante la crisi, Fieracavalli tiene le redini del settore, lo dimostrano i risultati di affluenza, ma anche le grandi e prestigiose presenze tra gli espositori, soddisfatti da performance di vendita e presenza di buyer qualificati. Lo confermano i numeri con un + 10% tra le presenze allevatoriali, 20 nuove iniziative tra gli appuntamenti in programma e – grazie agli investimenti a favore delle attività di incoming – le delegazioni estere sono aumentate del 35%” commenta Ettore Riello, Presidente di Veronafiere.

Fieracavalli 2012 ha dimostrato che la borsa del turismo equestre è un settore in cui i tour operator possono scommettere per il futuro.