Festival Venezia 2014, il manifesto

Realizzato da Simone Massi

Al Festival di Venezia 2014, si sentirà l’influenza “visiva” della Nouvelle Vague.

È ispirato all’ultima inquadratura de I 400 colpi (Les quatre cents coups, 1959) di François Truffaut, il manifesto della 71esima edizione della manifestazione, che animerà la Serenissima dal 27 agosto al 6 settembre.

A realizzare la locandina, per il terzo anno consecutivo, Simone Massi, premiato col David di Donatello 2012 per il miglior cortometraggio, nonchè autore della sigla di 30 secondi ottenuta da 300 disegni realizzati a mano che citano Fellini, Anghelopulos, Wenders, Olmi, Tarkovskij, Dovženko e Truffaut, che dal 2012 introduce le proiezioni ufficiali della Mostra di Venezia.

Per i suoi lavori Massi, infatti, non si serve dell’uso del computer, ma realizza tutto a mano su carta, attraverso l’uso di matite, carboncini, gessetti, pastelli, grafite e china.
La tecnica dei “graffi” adottata nelle ultimissime opere, che gli consente di completare 6-7 disegni al massimo in una giornata, lavorando senza sosta dalla mattina alla sera, fa sì che per un film di 8 minuti siano necessari anche due anni e mezzo di lavoro.

Nel manifesto di Venezia 71, il ragazzo raffigurato in primo piano è Antoine Doinel, il personaggio protagonista del capolavoro d’esordio di Truffaut, e alter ego del regista in altri titoli memorabili, sempre interpretato da Jean-Pierre Léaud.

L’identità visiva e l’immagine coordinata della Mostra di Venezia è stata curata anche quest’anno dallo Studio Graph.X di Milano, sulla base dei disegni di Simone Massi.

Locandina Festival Cinema Venezia 2014

Written by Monica

Milano Moda Uomo, Roberto Cavalli PE 2015

Nissan e la sicurezza per le vacanze 2014