Festival Internazionale di Teatro, Musica e Danza a Bergamo

La seconda edizione di Il Centro e la Circonferenza ritorna al Teatro Tascabile tra esplorazione dei territori contemporanei, nuove presenze di fama internazionale e un rapporto sempre più stretto con i quartieri della Città

Dal 2 al 10 giugno 2007 si svolge a Bergamo la seconda edizione del Festival Internazionale di Teatro, Musica e Danza Il Centro e la Circonferenza, diretto e organizzato dal Teatro Tascabile di Bergamo-Accademia delle Forme Sceniche.

La rassegna coniuga ricerca teatrale con spettacoli pensati per il grande pubblico, una esplorazione dei territori contemporanei del teatro con manifestazioni studiate per spettatori non “addetti ai lavori”, nuove presenze di fama internazionale con riproposte di esperienze di teatro in spazi aperti sviluppando al contempo un rapporto sempre più stretto con i quartieri della città.

L’edizione 2007 presenta un nutrito programma: sedici spettacoli di cui tre progetti speciali creati ad hoc, una produzione del Festival, quattro dimostrazioni-spettacolo, tre incontri con registi della scena contemporanea e tre laboratori teatrali.

Si alterneranno spettacoli di gruppi italiani emergenti (Nekia del Teatro del Lemming – Rovigo; Zio Vanja nei Balcani della Scuola Ambulante di Teatro), realtà recenti che lavorano nella zona di confine fra teatro e danza (Studio di Habillé d’Eau – Roma) e fra tradizione e teatro contemporaneo (Querelle des bouffons dell’Icra Project Teatro – Napoli), mentre i polacchi di Studium Teatralne con il loro Henrik Hamlet Hospital porteranno l’attenzione sulle nuove elaborazioni sceniche dell’Europa Orientale.

Si tratta di un percorso artistico che attraversa le grandi categorie del teatro e della letteratura: da Dante a Cechov, dall’Opera buffa alla Pantomima ottocentesca fino alla grande lezione di Jerzy Grotowski.

Il Festival inaugura quest’anno una sua autonoma attività di produzione con lo spettacolo Zio Vanja nei Balcani della Scuola Ambulante di Teatro, regia di Simone Capula, in collaborazione con L’Università dell’Aquila. In questa prima italiana reminiscenze di Cechov, frammenti di una storia di pace si mescolano a testimonianze di guerra in una Sarajevo devastata.

Di particolare rilievo inoltre la presenza dell’ICRA Project Teatro (Centro Internazionale di Ricerca sull’Arte dell’Attore) con il progetto “Maschera e corpo immaginario”, un percorso pedagogico e spettacolare che si snoda dalla tradizione delle maschere della Commedia dell’Arte alle esperienze contemporanee del mimo corporeo di Decroux e Lecoq.

Oltre alla presenza di gruppi storici italiani come il Teatro Nucleo, e del Teatro Tascabile, di grande rilievo è il ritorno a Bergamo del francese Théâtre de l’Unité, uno dei gruppi fondatori di quella particolare categoria definita “teatro in spazi aperti” che mette in relazione drammaturgia dello spazio con quella dello spettacolo.

Oltre agli spettacoli, Il Centro e la Circonferenza propone anche momenti di studio, analisi e pratica delle arti sceniche.

Il Centro e la Circonferenza
Segreteria del Festival – Bergamo Via Colleoni, 2 (Città Alta)
Tel. 035.24.20.95 – 320.55.77.069
[email protected]
www.centrocirconferenza.org

Avatar

Written by Francesca

Torna la MilleVele

“Missoltino Days” sul Lago di Como