Festival di Venezia 2012, settimo giorno

Tra film e party esclusiviSembrano tutti d’accordo, stampa, critica e pubblico, sulla possibilità che Kim Ki-duk quest’anno possa portare a casa il tanto ambito Leone d’oro.

Il sesto giorno del Festival del Cinema di Venezia 2012 ha avuto un unico protagonista: “Pieta”, film in concorso del regista sudcoreano, che finora ha ricevuto l’applauso più deciso, lungo e sentito della kermesse, in occasione della proiezione agli addetti ai lavori.

La pellicola, intrisa di violenza, avidità, cinismo, perdono, vendetta e ovviamente pietà, racconta la storia di Kang-do (Lee Jung-jin), un giovane strozzino senza scrupoli che spesso ricorre alla violenza più inaudita per riavere indietro i suoi soldi senza avere “pietà” di nessuno, la cui vita viene stravolta dall’arrivo una donna misteriosa (Jo Min-Su) che sostiene di essere sua madre.

Kim Ki-duk al photocall di Pieta a Venezia

Il film di Kim Ki-duk, la cui locandina evoca la Pietà di Michelangelo, uscirà nelle sale italiane il 14 settembre.

Sempre ieri si è tenuta la proiezione di “Linhas de Wellington”, colosso storico sull’invasione napoleonica in Portogallo del 1810, iniziato dal regista Raúl Ruiz, scomparso lo scorso anno, e portato a termine dalla moglie e montatrice Valeria Sarmiento.

Oltre al cinema, tanto glamour in laguna. Ieri sera, il party esclusivo di Jaeger-LeCoultre a Ca’ Giustinian per la presentazione della nuova collezione di orologi di lusso del rinomato brand svizzero.

Tra gli invitati, i testimonial del brand Cristiana Capotondi in Vionnet, Clive Owen e Freida Pinto che per l’occasione ha scelto un abito Alexander McQueen.

Le foto del gala nella gallery.

Avatar

Written by Monica

Moda Donna, borse inverno 2012

L’Oréal cresce nel semestre