Festival di Cannes 2014, chiude Tarantino

Presenta Per un pugno di dollari

Il Festival di Cannes 2014, con la proiezione di Grace di Monaco si è aperto all’insegna del glamour.

La chiusura della celebre kermesse, invece, è affidata a una pellicola di un genere a noi molto caro, che proprio quest’anno celebra il 50esimo anniversario.

Sabato 24 maggio, subito dopo la proclamazione della Palma d’oro e degli altri premi da parte della giuria capitanata da Jane Campion, sulla Croisette tornerà il capolavoro del 1964 di Sergio Leone, “Per un pugno di dollari”.

All’epoca, il film, ispirato a La sfida del samurai di Akira Kurosawa, reinventò il genere western e ottenne enorme successo il tutto il mondo, incassando quasi 15 milioni di dollari solo al box office Usa.

Per festeggiare i 50 anni dall’uscita del nostro “Spaghetti Western” in sala ci sarà anche Quentin Tarantino, uno dei più grandi ammiratori del regista romano che non ha mai nascosto di essere stato fortemente influenzato dai mestri italiani del western, come avvenuto per “Django”.

Dopo la cerimonia di premiazione il regista di “Pulp Fiction”, presenterà la leggendaria pellicola interpretata da Clint Eastwood e Gian Maria Volontè, per l’occasione restaurata dalla Cineteca di Bologna insieme alla Unidis Jolly Film, l’Hollywood Foreign Press Association e la The Film Foundation di Martin Scorsese.

Il negativo originale Techniscope è stato digitalizzato e restaurato con una risoluzione 4K, con il direttore della fotografia Ennio Guarneri supervisore del restauro. Primo capitolo della cosiddetta trilogia del dollaro (insieme a “Per qualche dollaro in più” del 1965, e “Il buono, il brutto, il cattivo” del 1966).

Sergio Leone, "Per un pugno di dollari"

Written by Monica

Kia Sportage

Berlino, il supermercato senza packaging