Festival del cinema di Roma 2013, i vincitori

Da Tir alla voce di Scarlett
Come a Venezia 70, con il trionfo di “Sacro Gra” di Gianfranco Rosi, anche al Festival del cinema di Roma 2013 è stata premiato un documentario-on the road e soprattutto italiano.

Sul palco dell’Auditorium Parco della Musica, nel corso della cerimonia di premiazione condotta da Anna Foglietta, il Marc’Aurelio d’Oro per il miglior film è stato assegnato a “Tir” di Alberto Fasulo, una produzione italo-croata incentrata sulla quotidianità di Branko, un ex professore e camionista improvvisato che lavora in una ditta italiana di trasporti e gira l’Europa al volante.

Ribaltando così i pronostici, la giuria presieduta da James Gray e composta da Verónica Chen, Luca Guadagnino, Aleksei Guskov, Noémie Lvovsky, Amir Naderi e Zhang Yuan ha scelto di premiare il film, costruito proprio come un documentario.

“Mi trema tutto il mondo, io ho creduto molto a questo film e auguro vita eterna a questo Festival che non a caso sta nella città eterna. Ringrazio mia moglie che è anche la mia produttrice e l’attore Branko che ha dato un contributo importante. Spero che questo film accenda un faro sulle tematiche di chi, come i camionisti, ci corre accanto e non ce ne accorgiamo”, ha commentato il regista di Pordenone.

Tra gli altri riconoscimenti, spiccano quello a Scarlett Johansson, premiata per la miglior interpretazione femminile nel film “Her” di Spike Jonze sebbene non compaia mai sulla scena ma presti solo la voce al personaggio.

Premio insolito, soprattutto per gli sfortunati che non hanno visto la pellicola in lingua originale durante il festival e  dovranno accontentarsi della voce doppiata.

Guadagnino ha difeso a spada tratta la scelta della giuria molto criticata dai media e dagli esperti: “Non è il premio a una voce, ma ad una performance che abbiamo trovato assolutamente sorprendente e riuscita. Penso che dobbiamo essere in grado sempre di arrenderci alle sorprese del mondo del cinema, che trovo sempre più interessanti delle prevedibilità”.

Scarlett Johansson al Festival del cinema di Roma 2013

L’attrice, regina del red carpet nei giorni scorsi, ha inviato a Roma un videomessaggio: “Ringrazio quegli attori che rimangono dietro le quinte. Attori che mi hanno ispirato con le loro voci e ringrazio infine la giuria per il loro orecchio”.

Premio come migliore attore a Matthew McConaughey per l’interpretazione in “Dallas Buyers Club”, film sul dramma dell’Aids negli anni ’80, diretto da Jean-Marc Vallee, che ha vinto anche il premio Bnl del pubblico per il miglior film (entrambi i premi sono stati ritirati da Ginevra Elkann della Good Films).

Il premio per la migliore regia va a Kiyoshi Kurosawa per “Seventh Code”, che si aggiudica anche il premio per il migliore contributo tecnico, mentre il premio speciale della giuria va a “Quod Erat Demonstrandum” di Andrei Gruzsniczk, il premio ai giovani attori a tutto il cast di “Acrid”, il premio per la migliore sceneggiatura a Tayfun Pirselimoglu per “I Am Not Him” e la Menzione speciale a Cui Jian per “Blue Sky Bones”.

I PREMI ASSEGNATI AI FILM IN CONCORSO
– Marc’Aurelio d’Oro per il miglior film: Tir di Alberto Fasulo
– Premio per la migliore regia: Kiyoshi Kurosawa per Sebunsu kodo (Seventh Code)
– Premio Speciale della Giuria: Quod Erat Demonstrandum di Andrei Gruzsniczk
– Premio per la migliore interpretazione maschile: Matthew McConaughey per Dallas Buyers Club
– Premio per la migliore interpretazione femminile:Scarlett Johansson per Her
– Premio a un giovane attore o attrice emergente: tutto il cast di Gass (Acrid)
– Premio per il migliore contributo tecnico: Koichi Takahashi perSebunsu kodo (Seventh Code)
– Premio per la migliore sceneggiatura: Tayfun Pirselimoğlu per Ben o değilim (I Am Not Him)
– Menzione speciale: Cui Jian per Lanse gutou (Blue Sky Bones)
I PREMI ASSEGNATI AI FILM DEL CONCORSO CINEMAXXI
– Premio CinemaXXI per il miglior film (riservato ai lungometraggi): Nepal Forever di Aliona Polunina
– Premio Speciale della Giuria CinemaXXI (riservato ai lungometraggi):Birmingemskij ornament 2 (Birmingham Ornament 2) di Andrey Silvestrov e Yury Leiderman
– Premio CinemaXXI film brevi: Der Unfertige (The Incomplete) di Jan Soldat
– Menzione Speciale CinemaXXI cinema breve: The Buried Alive Videos di Roee Rosen
IL PREMIO ASSEGNATO AI FILM DEL CONCORSO PROSPETTIVE DOC ITALIA
La giuria presieduta da Marco Visalberghi e composta da Christian Carmosino, Gerardo Panichi, Giusi Santoro e Sabrina Varani, ha assegnato il:
– Premio Doc It – Prospettive Italia Doc per il Migliore Documentario italiano: Dal profondo di Valentina Pedicini
– Menzione Speciale: Fuoristrada di Elisa Amoruso
IL PREMIO PER LA MIGLIORE OPERA PRIMA/SECONDA
– Premio Taodue Camera d’Oro per la Migliore Opera Prima/Seconda: Out of the Furnace di Scott Cooper
– Premio Taodue Miglior produttore emergente: Jean Denis Le Dinahete Sébastien Msikaper Il sud è niente
IL PREMIO BNL DEL PUBBLICO PER IL MIGLIOR FILM
– Premio BNL del Pubblico per il miglior film: Dallas Buyers Club di Jean-Marc Vallée

Avatar

Written by Monica

Natale 2013 con Yoox

Harrods cresce ancora