Festival del Cinema di Roma 2011, i vincitori

Monica
07/11/2011

Si è conclusa con la vittoria del film argentino “Un cuento chino” di Sebastián Borensztein la VI edizione del Festival del Cinema di Roma

Festival del Cinema di Roma 2011, i vincitori

Trionfa “Un cuento chino” di Sebastián Borensztein
Si è conclusa con la vittoria del film argentino “Un cuento chino” di Sebastián Borensztein la VI edizione del Festival del Cinema di Roma.

Oltre al Premio Marc’ Aurelio d’Oro come miglior pellicola, il film interpretato da Ricardo Darin Muriel Santa Ana e Javier Pinto si è aggiudicato anche il Premio BNL assegnato dal pubblico, chiamato a esprimere il proprio giudizio grazie a un sistema elettronico subito dopo le proiezioni all’Auditorium Parco della Musica.

La giuria, presieduta dal maestro Ennio Morricone e composta da Susanne Bier, Roberto Bolle, Carmen Chaplin, David Putnam, Pierre Thoretton e Debra Winger ha premiato l’originale sceneggiatura del film di Borensztein, che approderà nelle sale italiane nel 2012, e la lodevole interpretazione dei due attori protagonisti.

Il Gran Premio della Giuria è stato invece assegnato a “Voyez Come Ils Dansent”, pellicola del regista Claude Miller con Maya Sansa come personaggio principale, mentre il Premio Speciale della Giuria Marc’Aurelio è andato a “The Eye of the Storm” di Fred Schepisi.

ll film horror “Babycall” ha portato Noomi Rapace, conosciuta al grande pubblico per il suo ruolo nella saga Millennium, a vincere il premio come migliore attrice; il francese Guillaume Canet, compagno di vita della splendida Marion Cottilard, ha vinto il premio di miglior attore per la sua interpretazione di un cuoco sommerso dai debiti in “Une Vie Milleure” di Cedric Khan.

Nella serata conclusiva della kermesse capitolina è stato assegnato il Premio Marc’Aurelio “all’attore”Richard Gere, accompagnato sul red carpet dalla moglie Carey Lowell; a consegnare la stauetta Debra Winger, sua partner in “Ufficiale e gentiluomo” e al Festival come componente della giuria.

Il Premio Marc’Aurelio al miglior documentario per la sezione L’Altro Cinema, assegnato da un’apposita giuria presieduta da Francesca Comencini e composta da Pietro Marcello, James Marsh, Anne Lai, Meghan Wurtz è andato a ”Girl Model” di David Redmon e Ashley Sabin.

Caterina D’Amico, Leoonardo Diberti, Anita Kravos, Gianfrancesco Lazotti, Giuseppe Alessio Nuzzo hanno assegnato il Premio Marc’Aurelio Esordienti, ex aequo, a ”Circumstance” di Maryam Keshavarz e a ”La Brindille” di Emmanuelle Millet.

Anche i ragazzi hanno espresso il loro giudizio per la sezione “Alice nella città”: la giuria degli Under 13 hanno premiato “En el nombre de la hija” di Tania Hermida P., mentre i teen sopra i 13 anni hanno portato al trionfo “Noordzee Texas” di Bravo Defeurne.

Purtroppo il cinema italiano è rimasto a mani vuote nella kermesse capitolina, ma ora si aspetta il verdetto delle sale.

Nella gallery, una carrellata dei look più belli che hanno illuminato il tappetto rosso della Città Eterna.

Ecco tutti i premi del Festival del Cinema di Roma 2011.
Premio Marc’Aurelio della Giuria al miglior film: Un cuento chino di Sebastián Borensztein
Premio Marc’Aurelio della Giuria alla migliore attrice: Noomi Rapace per Babycall
Premio Marc’Aurelio della Giuria al miglior attore: Guillaume Canet per Une vie meilleure
Gran Premio della Giuria Marc’Aurelio: Voyez comme ils dansent di Claude Miller
Premio Speciale della Giuria Marc’Aurelio: The Eye of the Storm di Fred Schepisi
Premio Speciale alla colonna sonora della Giuria Marc’Aurelio: Ralf Wengenmayr per Hotel Lux
Premio BNL del pubblico al miglior film: Un cuento chino di Sebastián Borensztein
Premio Marc’Aurelio al miglior documentario per la sezione L’Altro Cinema | Extra: Girl Model di David Redmon e Ashley Sabin
Premio Marc’Aurelio Alice nella città sotto i 13 anni: En el nombre de la hija di Tania Hermida P.
Premio Marc’Aurelio Alice nella città sopra i 13 anni: Noordzee Texas di Bavo Defurne
Premio Marc’Aurelio Esordienti: ex aequo Circumstance di Maryam Keshavarz – La Brindille di Emmanuelle Millet
Premio Marc’Aurelio all’Attore: Richard Gere