Ferragamo per gli Uffizi

600mila euro per il restauro di 8 sale
Il patrimonio artistico di Firenze sta a cuore alle maison di lusso toscane.

Se Stefano Ricci finanzierà il nuovo impianto di illuminazione di Ponte Vecchio, Ferragamo ha stanziato 600mila euro per il restauro di uno dei poli espositivi più visitati del Belpaese, gli Uffizi.

La griffe sosterrà con tale cifra la ristrutturazione di 8 sale del museo, attualmente chiuse al pubblico, prevedendone la riapertura nell’arco di 12 mesi.

Tra un anno una cinquantina di opere del ‘400 fiorentino – tra cui capolavori di Filippo Lippi, Luca Signorelli, Domenico Ghirlandaio, Pietro Perugino e Piero di Cosimo – potranno essere nuvamente ammirate.

L’accordo è stato firmato, alla presenza del Direttore della Galleria degli Uffizi, Antonio Natali, nell’aula dell’ex-Chiesa di San Pier Scheraggio, dal Soprintendente per il Polo Museale Fiorentino, Cristina Acidini, e dal Presidente del Gruppo Salvatore Ferragamo, Ferruccio Ferragamo.

“Collaborare con le istituzioni culturali e supportarne le attività a promozione dell’arte in tutte le sue forme e manifestazioni – ha affermato Ferruccio Ferragamo, presidente del Gruppo – è nel dna della Maison. Siamo lieti di riportare le sale degli Uffizi alla completa fruibilità, dotandole di una tecnologia particolarmente avanzata e restituendole nella loro bellezza ai cittadini di Firenze e a tutto il mondo”.

Non si tratta della prima opera di mecenatismo artistico che coinvolge il Gruppo Ferragamo nel capoluogo toscano: nel corso degli anni la famiglia ha curato il restyling anche del portale della chiesa di Santa Trinità e della colonna della Giustizia in piazza Santa Trinità.

Uffizi di Firenze

Written by Chiara

Tesla Model S

Beyoncè, lite tra la sorella e il marito