Fendi sfila al Colosseo: la passerella più bella di sempre

La maison italiana ha organizzato una sfilata per ricordare lo storico direttore creativo, Karl Lagerfeld: numerose celebrità in front row

Ai piedi del Colosseo, nell’area dove sorgeva il Tempio di Venere, Fendi ha organizzato una sfilata per ricordare lo storico direttore creativo, Karl Lagerfeld, scomparso nel febbraio del 2019. Per l’occasione, la casa di moda ha utilizzato una collezione di 54 capi artigianali, come gli anni in cui Lagerfeld ha modellato la maison fondata da Adele ed Edoardo Fendi nel 1925. Per realizzare la sfilata, la maison del gruppo Lvmh ha deciso di restaurare il sito con un finanziamento di 2,5 milioni di euro.

Le star

A partecipare alla sfilata di Fendi, anche la coppia Ferragnez. Fedez e Chiara Ferragni hanno ricevuto due bauli da viaggio a marchio Fendi che hanno mostrato con orgoglio nelle Instagram stories. Si tratta di due doni piuttosto particolari e anche molto costosi.

Dopo aver visto le due borse da viaggio, molti follower della coppia si sono chiesti quanto valgono questi due accessori. Una borsa da viaggio a marchio Fendi può costare da un minimo di 1.790 euro fino a oltre 10mila euro. Ma non erano i soli, insieme, a loro, Fendi ha invitato altre d star del calibro di Jason Momoa e Catherine Zeta Jones.

La collezione

Sono 54 proprio come gli anni in cui Lagerfeld ha guidato la maison Fendi  fondata da Adele ed Edoardo Fendi nel 1925 come negozio di pellicce e borse. Ci sono gli abiti da ballo stampati con gli stessi tasselli esagonali dei pavimenti mosaico del tardo Impero. C’è l’iconica pelliccia “Astuccio” disegnata dal Kaiser nel 1971, riletta dall’attuale direttore artistico, in pelliccia ecosostenibile intarsiata su tulle. Ci sono le cappe fatte con materiali che imitano il fur.

E poi manteau, cappotti anni ’70 e il trench fatto per Silvana Mangano in seta e zibellino. I tailleur in seta anni ’70, come quello bianco che apre la sfilata, abiti larghi in pattern a tasselli di marmo, venature cristalline e colori pastello dal verde giada al quarzo rosa screziati d’oro. Sfilano abiti impero, semplici e lineari, gonne longuette, camicette e pantaloni palazzo, lingerie satinata. Infine, vestiti ancora più raffinati, con maniche decorate di petali piumati, perline ottagonali e spighe di grano in rafia, motivi ripresi anche sulle borse, le scarpe e gli stivali. Insomma, non ci resta che dire: che chic!

Avatar

Scritto da chiaradinunzio

Trucco naturale 2019: la nuova tendenza “boy beat” domina sulle passerelle

casaFantini

CasaFantini / lake time, boutique hotel sul Lago d’Orta