Fase 2, fine quarantena: come tagliarsi la frangia da soli senza sbagliare

Se sei stufo di guardarti allo specchio e di vederti sempre uguale, beh allora dacci un taglio, sia con le lamentele sia ai capelli: fatti la frangia!

Ti annoi di più ogni giorno che passa?! Sei stufo di guardarti allo specchio e di vederti sempre uguale? Beh, dacci un taglio, sia con le lamentele sia ai capelli. Fatti la frangia!!! Ecco come tagliarsela da soli riducendo a zero il rischio di errori madornali… anche perché il 4 maggio è dietro l’angolo!

Fase 2, fine quarantena: come tagliarsi la frangia da soli senza sbagliare

Come tagliarsi la frangia perfetta

Taglia sempre la frangia con i capelli asciutti. Assicurati che i tuoi capelli siano puliti al momento del taglio. Segui col pettine una linea invisibile che parta dal centro delle sopracciglia fino a metà testa. Appoggia il pettine su quel punto e da li disegna con esso due righe oblique che partono dunque dal centro della testa e che terminano all’altezza della  fine delle sopracciglia. Quello che ti ritroverai tra le dita sarà un triangolo perfetto. Raccogli in un elastico tutti gli altri capelli, tenendo fuori appunto solo il triangolo. Prima di procedere con il taglio, attorciglia la frangia come fosse una corda, la cui punta deve trovarsi esattamente fra le sopracciglia, sulla zona superiore del naso. Indovina?! È giunto proprio il momento di tagliare.

Fase 2, fine quarantena: come tagliarsi la frangia da soli senza sbagliare

Per quanto riguarda la Fase 2, quella dell’allentamento delle misure restrittive da Coronavirus Sars-Cov-2 e Covid-19, abbiamo già una data cerchiata sul calendario.

Fase 2, fine quarantena: come tagliarsi la frangia da soli senza sbagliare

Il 3 maggio sarà momento di ingresso nella “fase 2”, potranno goccia dopo goccia riaprire alcune attività commerciali. Negozi di abbigliamento, sartorie, centri scommesse. Parrucchiere (anche se ormai sai tagliarti da solo la frangia), barbiere, estetista si pensa invece a uno slittamento a metà, fine maggio. Probabilmente lavoreranno su appuntamento. Per scongiurare il rischio di calo delle presenze e di perdita del fatturato, parrucchieri, barbieri ed estetiste ipotizzano di allungare le fasce di orario di lavoro dalle 8 alle 21, invece che dalle 8 alle 19. Stessa cosa per il numero dei giorni di apertura, non più 5 su 7 ma 6 su 7.

«Stiamo lavorando anche per provvedimenti di più ampia prospettiva, non ci illudiamo che cambierà tutto ma vogliamo confidare che la Pasqua possa essere il momento in cui la curva epidemica possa essere sotto controllo se non discendente e ci consenta di programmare una fase successiva, in cui cercheremo di raccogliere le forze e proiettarci verso una nuova primavera». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in conferenza stampa a Palazzo Chigi. «Già ora stiamo predisponendo misure che consentiranno al nostro Paese di ripartire con forza e recuperare il terreno perduto e reagire nel migliore dei modi». Ha aggiunto Conte in merito alla pandemia da Coronavirus.

Kardashian capelli: il sogno di avere un parrucchiere h24 a disposizione

Avatar

Written by Erika Barone

Coronavirus. Tom Hanks e la moglie donano il plasma per ricavarne il vaccino

Coronavirus, Raoul Bova: la serie tv sugli eroi della Croce Rossa che combattono il virus