Il benessere sulle foglie del tè

BENé ospita la prima edizione di ExpoTè, multievento italiano dedicato al Liquore di Giada

ExpoTè, la prima manifestazione in Italia dedicata alla cultura e al mercato del tè, ideata e organizzata da ADeMaThè, l’Associazione Italiana Degustatori e Maestri di Thè, sarà ospitata da BENé, la fiera del benessere alla Fiera di Vicenza dal 17 al 20 Novembre. Il multievento intende presentare ai professionisti e ai semplici appassionati il variegato universo del tè, mostrandone le diverse anime, dai prodotti alla cultura, dalle idee di business e l’indotto economico che si genera attorno al prezioso Liquore di Giada.

I visitatori conosceranno le origini e le tradizioni nel mondo, ma anche le tendenze più recenti in fatto di stili di consumo della bevanda. La Sala da Tè darà l’occasione di degustare diversi e poco conosciuti tipi di tè – Tè Verdi, Tè Rossi, Tè Bianchi, Tè Wulong di Taiwan, Tè Pu’er della Cina, Tè Pressati, Tè Aromatizzati – mentre il programma dei seminari include incontri specialistici per gli operatori. Molti gli appuntamenti divulgativi, tra cui l’incontro con Carola Lodari, autrice di I giardini del Tè giapponesi, un viaggio fotografico guidato da Marco Bertona, presidente e fondatore di ADeMaThè Italia, oltre alla mostra fotografica Tea. Vie e virtù di una foglia esotica, diario visivo del viaggio di Claudio Betti nei magici tea gardens di Sri Lanka, Kenia, Cina e Giappone.
Il maestro Vittorio Riverso, pittore e scultore di ceramica, parlerà di Ceramiche e terracotte: materiali amici del tè, introducendo la mostra Teiere d’autore, con i pezzi più rappresentativi del suo percorso artistico di sperimentazione e di ricerca di nuove soluzioni materiche, iniziato negli anni ’60. Sul risvolto economico del Tè nasce l’incontro Le professioni del Tè – Per passione o per lavoro, le nuove opportunità legate al settore del tè dedicato agli esercenti.

Momento attivo per il pubblico saranno le degustazioni guidate, a cura di ADeMaThè. Saranno precedute da un seminario tenuto dalla maestra di cerimonia Qi Meng Han dal titolo I colori del Tè. La classificazione dei Tè cinesi secondo la suddivisione cromatica tradizionale. Dopo questa introduzione, sarà possibile partecipare alle sessioni di degustazione dedicate ai tè rossi e neri, e ai tè blu e verdi.
Per ogni sessione, si degusteranno quattro qualità diverse, tutti Tè DOC di grande pregio, introvabili in Europa, e provenienti dalla Cina. Si tratta di un Pu’er (tè nero) invecchiato 20 anni, un Lapsang Souchong (tè rosso) First Grade proveniente dai Monti Wu Yi, un Xi Hu Long Jing (tè verde) primo raccolto, il più pregiato dei tè Long Jing, e un Tie Guan Yin (tè blu-verde) First Grade.

L’evento sarà, inoltre, un’occasione unica per assistere alle originali cerimonie del Tè come si sono evolute nelle culture di Cina, Giappone e Nord Africa. Nei giorni di fiera si terranno lo Cha No Yu, spettacolare cerimonia del tè giapponese, la tradizionale presentazione del tè dei Paesi Nordafricani, e lo Cha Yi cinese, sullo sfondo di un’esposizione di tè e teiere provenienti dalla Cina. Questa, in particolare, verrà eseguita dalla Signora Qi Meng Han, maestra di cerimonia diplomata in una delle migliori scuole nella regione del Guangdong dove ha ottenuto il prestigioso titolo nazionale di Gao Ji Cha Yi Shi (Advanced Master in the Art of Tea).

I tè del Tea Bar e della Sala da Tè

Tè verdi
È composto da foglie in cui l’ossidazione naturale, comunemente definita “fermentazione”, viene inibita con il calore o il vapore, facendone mantenere il colore verde. Il Long Jin (Cina) è un tè verde primaverile dalle foglie schiacciate, dal colore verde smeraldo e sapore fresco e delicato, mentre il Thè Sencha (Giappone) ha foglie leggermente schiacciate e assotigliate di colore verde chiaro e unl sapore fresco ed erbaceo. A foglia arrotolata, dal profumo erbaceo e gusto fresco e amarognolo il Zhu Cha – Gunpowder (Cina).

Tè rossi
Questi thè, meglio conosciuti in occidente come thè neri, subiscono un processo di rullatura che, spezzandone le membrane, ne accelera l’ossidazione facendole diventare di colore scuro.
Darjeeling TGFOP (India) ha un gusto ricco e profumato, mentre l’Assam TGFOP (India) è forte e deciso di colore rosso scuro in tazza, come il Ceylon (Sri Lanka).

Tè bianchi
Veramente naturale e ricchissimo in polifenoli naturali, questo tè è ottenutio dal semplice avvizzimento delle foglie e dal successivo essiccamento. Sarà disponibile il Bai Mu Dan (Cina) tè bianco primaverile con gemme e foglie più grandi già aperte e da caratteristico aroma mielato.

Tè wulong
I tè Wulong, chiamati anche “semi-ossidati”, sono intermedi tra i tè verdi e i tè rossi. Il trattamento delle foglie fa che queste subiscano la rottura dei soli margini e sono sottoposte ad un processo parziale d’ossidazione.
Si potrà assaporare il Wulong (Taiwan) Tè semi-ossidato proveniente dall’isola di Taiwan, ottenuto con le giovani foglie leggermente arrotolate con colore tendente al verde, dal gusto pieno.

Tè pu’er
Conosciuti anche come tè “semi-fermentati”, subiscono un processo di lavorazione unico e una post-fermentazione microbio che gli da il gusto pieno e l’aroma di sottobosco.
Il Pu’er (Cina) diposnibile proviene dalla regione dello Yunnan ed è noto per le proprietà benefiche. Le foglie sono leggermente attorcigliate e il liquore è di colore scuro.

Tè pressati
I tè pressati, che possono essere composti da foglie sia di tè verde sia di tè rosso o pu’er, sono pressati ed essiccati in stampi per ottenere le forme più varie. Il Tuo Cha verde (Cina) è pressato in stampi a forma di nido e ha un sapore fresco e leggermente amarognolo, mentre il Tuo Cha rosso (Cina) è forte e deciso, rosso scurissimo in tazza.

Tè aromatizzati
Durante la lavorazione, questi tè, sono miscelati fiori freschi in modo che le foglie del tè ne assorbano il profumo.

www.sentieridibenessere.it
www.maestridelthe.it

Avatar

Written by Redazione

Melbourne & Victoria

L’America ha una nuova stella