Un’onda dei mari del Sud

La primavera/estate 2007 per l’uomo di Ermanno Scervino è la sintesi di selvaggio e militaresco, dettagli raffinati e fascino di materiali grezzi

L’amore per i dettagli di un uomo che dà spazio alle proprie emozioni e non rinuncia ad essere sia raffinato gentiluomo che impavido corsaro: è questa la caratteristica della collezione di Ermanno Scervino per la primavera/estate 2007. Sempre in equilibrio tra il selvaggio e il militaresco, è contrassegnata dal fascino e la ruvida consistenza dei materiali grezzi, annodati ed intrecciati da mani sapienti, che sdrammatizza la regalità della divisa-sahariana in tessuto tecnico. Il chiodo scopre una nuova malizia grazie alla reinterpretazione in una versione addolcita sia nel design che nella pelle slim.
Forme e volumi sono lavati, tinti in capo, stropicciati e trattati per una costante sensazione di continuo movimento, d’intraprendenza.
Giacche, pantaloni e abiti nascono da disegni sartoriali e si concretizzano in superfici ipertecniche dall’alta vestibilità e capaci di resistere all’usura.
Suggestione esotica per le camicie in cui i tessuti più raffinati, cotone e seta, si mischiano alla freschezza delle garze di lino.
Rosa pallido, turchese, lime sono guarniti da fantasie di spago lavorato delavè, fettucce di tessuto sfilacciato e lacche di metallo invecchiate e maltinte.
Il denim, asciutto e dinamico, per il moderno viaggiatore, si apre a varie contaminazioni con spruzzi di ruggine, ricami di paillettes metalliche, patch di fantasie in corda, pelle e catene intaccate dal salmastro.

www.ermannoscervino.it

Avatar

Written by Redazione

Personal shopper sulle Dolomiti

Beauty Club e altre nuovissime golosità Aquolina