Emanuel Ungaro veste Berlioz

Lo stilista firma i costumi di scena per La damnation de Faust, al San Carlo dal 18 marzo
Un grande evento che avvicina la moda alla musica quello in programma al Teatro San Carlo di Napoli dal 18 marzo. Per la stagione di opera e balletto va in scena La damnation de Faust di Hector Berlioz, in una nuova produzione firmata per regia, scene e luci da Jean Kalman. Sul podio dell’Orchestra e del Coro del Teatro di San Carlo il maestro George Pehlivanian. I costumi di scena sono firmati dallo stilista Emauel Ungaro, per la prima volta alle prese con un’opera lirica.

Sarà un allestimento originale, per certi versi provocatorio, costruito sull’eterna, attualissima, metafora del desiderio dell’uomo di vendere l’anima al diavolo. Faust cede a Mefistofele per tedio della vita, ma alla fine gli darà la propria anima per salvare l’amata Margherita. Questo non impedirà che il protagonista precipiti nell’abisso, mentre la ragazza sarà chiamata in cielo.

L’allestimento propone un’attualizzazione ben segnata dai costumi creati da Ungaro, che offrono ai personaggi una forte caratterizzazione visiva. In scena tutti interpreti di fama internazionale: Jos Bros (Faust), Sonia Ganassi (Margherite), Erwin Schrott (Mephistopheles) e Maurizio Lo Piccolo (Brander).

La dannazione di Faust è una delle opere più famose e musicalmente ricche di Berlioz. Scritta nel 1846, contiene meravigliose arie e famosissimi momenti corali. La damnation de Faust, dopo la prima, sarà replicata il 20, 22, 24, 26 marzo.

Avatar

Written by Redazione

Art Dubai – Contemporary Art Fair

Il sandwich più costoso