“Duchamp, Magritte, Dalì” Bologna 2017: a Palazzo Albergati arrivano i rivoluzionari del ‘900

Rebecca Fassone
16/10/2017

“Duchamp, Magritte, Dalì” Bologna 2017: a Palazzo Albergati arrivano i rivoluzionari del ‘900

Ha aperto a Bologna, a Palazzo Albergati, la mostra dedicata ai rivoluzionari del ‘900

Dopo Escher a Pisa e Toulouse-Lautrec a Milano, a Bologna arrivano i rivoluzionari del ‘900. Ha aperto infatti quest’oggi la mostra “Duchamp, Magritte, Dalì. I rivoluzionari del 900. Capolavori dall’Israel Museum di Gerusalemme” che, allestita al Palazzo Albergati, offrirà al pubblico la possibilità di ammirare una grande anteprima internazionale ma anche le opere degli autori che hanno rivoluzionato l’arte del Novecento.

La mostra allestita a Palazzo Albergati di Bologna – visitabile sino all’11 febbraio 2018 – avrà come protagonisti i capolavori di Duchamp, Magritte, Dalì, Ernst, Tanguy, Man Ray, Calder, Picabia e molti altri, tutti insieme per raccontare un periodo di creatività geniale e straordinaria. In particolare, scopo del percorso espositivo è quello di mostrare la determinazione di quegli autori  a rivoluzionare l’arte, a rompere col passato e inventare un mondo nuovo: tutto ciò è raccontato con grande ricchezza narrativa grazie alle oltre duecento le opere esposte, tutte provenienti dall’Israel Museum di Gerusalemme.

Curata da Adina Kamien-Kazhdan curator of Modern Art at The Israel Museum, vede il patrocinio del Comune di Bologna e dell’Ambasciata di Israele ed è prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia in collaborazione con l’Israel Museum di Gerusalemme, la mostra vede al suo interno anche le ricostruzioni della sala di Mae West di Dalì e dell’installazione 1,200 Sacks of Coal ideata da Duchamp per l’Exposition Internationale du Surréalisme del 1938. Il percorso espositivo della rassegna bolognese, invece, è suddiviso in cinque sezioni: Accostamenti meravigliosi; Desiderio: musa e abuso; L’automatismo e la sua evoluzione; Biomorfismo e metamorfosi; Illusione e paesaggio onirico. Maggiori info su www.palazzoalbergati.com.

In copertina:  Kay Sage, The Upper Side of the Sky, 1944 – Oil on canvas, 58,4×71,4 cm F. 65,5×78,5×5,5 cm – The Vera and Arturo Schwarz Collection of Dada and Surrealist Art B98.0570

© Kay Sage by SIAE 2017