Donatella Bianchi e’ il nuovo Presidente WWF

Una donna alla guida dell’organizzazione in Italia
Mentre un esercito di 1600 panda di cartapesta disegnati dall’artista francese Paulo Grangeon ha invaso in questi giorni Hong Kong per sostenere una raccolta fondi a favore del WWF, il dipartimento italiano dell’organizzazione ha eletto un nuovo Presidente.

“Vorrei sconfiggere l’indifferenza generale e soprattutto politica nei confronti del mare”, queste sono le prime dichiarazioni della neoeletta Donatella Bianchi. La popolare conduttrice televisiva è stata non a caso l’ospite d’onore dell’ultima edizione di Big Blu, il salone romano dedicato alla piccola e media nautica, durante il quale aveva sottolineato che “il mare ha bisogno di nuove attenzioni, di sostenibili politiche di sistema, di investimenti”.

L’amore per la natura costella tutta la sua carriera giornalistica iniziata nella redazione di La Spezia, sua città natale, del Secolo XIX e culminata negli studi di Linea Blu, la seguita trasmissione del sabato di Rai1 dedicata al mare, ai suoi abitanti e alle comunità che lo vivono.

Ha collaborato come testimone alle principali campagne del WWF, di Legambiente e Marevivo, con il Ministero dell’Ambiente e delle Politiche Agricole e Forestali, ed è il volto delle principali campagne mediatiche sulla sicurezza in mare delle Capitanerie di Porto Guardia Costiera.

Panda a Hong Kong

“Ringraziando Dante Caserta a nome di tutto il WWF Italia, per il prezioso lavoro svolto finora, voglio dare il benvenuto a Donatella Bianchi   che  condivide con  l’associazione lo stesso ottimismo, la stessa passione e la consapevolezza che ciascuno di noi, nel piccolo e nel grande, può fare la differenza – ha commentato Fulco Pratesi, Presidente onorario e fondatore del WWF Italia Con Donatella come Presidente e l’aiuto di un Consiglio completamente rinnovato siamo pronti a realizzare un grande rilancio del WWF in Italia. Un segnale significativo è già arrivato dalla recente Campagna in difesa dell’Amazzonia alla quale hanno contribuito in appena due settimane oltre 80.000 persone. Ma le sfide sono tante e l’esperienza e la passione di Donatella ci aiuteranno ad affrontarle nel modo migliore”.

“Sono onorata di assumere questo incarico in un momento importante per il WWF Italia  nel contesto nazionale e internazionale – ha dichiarato Donatella Bianchi Ho accettato con entusiasmo questo ruolo con il desiderio di mettere al servizio la mia esperienza per sensibilizzare un sempre più vasto pubblico sul fatto che attraverso il WWF si possa partecipare ad un grande progetto di tutela e salvaguardia del pianeta e mettere in atto soluzioni che spesso sono proprio nelle nostre mani. Vorrei anche sconfiggere l’indifferenza generale e soprattutto politica nei confronti del mare, un patrimonio immenso di biodiversità  in grave pericolo e da cui tutti dipendiamo e al quale sono legata per storia personale e professionale. In questi 50 anni tanto è stato fatto sulla terraferma a difesa di orsi, lupi, parchi naturali che hanno ancora bisogno di attenzione: accanto a queste sfide il mio impegno sarà quello di valorizzare e proteggere ciò che il mare nostrum custodisce, dalle piccole comunità costiere ai tanti ricercatori, dalle specie meravigliose come delfini e balenottere alle distese di posidonia che rappresentano la nostra Amazzonia sommersa. Con il WWF mi auguro di poter contribuire a  promuovere il Mediterraneo come la culla di una civiltà ambientale del nuovo millennio. Il WWF del futuro lo immagino anche sempre più incisivo nel rispondere alla domanda crescente di ambiente e difesa della biodiversità che proviene soprattutto dalle nuove generazioni, trasformandole da nativi digitali a ‘nativi ambientali’: a  loro vogliamo dedicare i nostri maggiori sforzi per consegnare un pianeta migliore, dove il valore della natura sia finalmente riconosciuto”.

Written by Chiara

David di Donatello 2014, vincitori e red carpet

Estate 2014, 10 must have per lui