Divorzio Berlusconi – Lario: addio ai 2 milioni al mese per Veronica?

La Procura della Cassazione ha accoglie il ricorso di Silvio Berlusconi

La Procura della Cassazione, nella persona del sostituto procuratore Francesca Cerioni, ritiene accettabile il ricorso di  Silvio Berlusconi contro l’assegno di mantenimento a dir poco stratosferico che l’ex Premier e imprenditore è stato chiamato a versare a favore dell’ex moglie Veronica Lario.

Inizialmente quantificato a tre milioni di euro al mese, la corte di appello di Milano, nel 2014, ha portato a due milioni il mantenimento mensile. Francesca Cerioni ha ritenuto comunque eccessiva la cifra e ha accolto il ricorso. La decisione dei giudici si conoscerà fra circa un mese.

L’occasione è servita anche per discutere in linea di principio della questione “mantenimento” all’ex coniuge in relazione a soggetti particolarmente abbienti. Stabilire la cifra in relazione ai guadagni di super imprenditori pare non essere più la linea caldeggiata; si intende quindi proporre un generico tetto massimo relativo agli assegni di mantenimento a prescindere dai soggetti interessati.

Vittoria Casiraghi

Written by Vittoria Casiraghi

Non amo il lusso, amo la qualità. Che spesso è un lusso.

“Segreti di regine e regine di segreti”: la mostra che sedurrà Milano, a Palazzo Reale

Roberto Bolle, in un film evento la sua “Arte della Danza”