Come diventare Wedding Planner: ecco qualche suggerimento utile

Uno dei paradossi dell’Italia è questo: i matrimoni sono in calo, ma i wedding planner aumentano. Complici i programmi televisivi mandati in onda su Real Time, l’organizzatore di matrimoni è, infatti, uno dei mestieri più in voga del momento e non sono pochi i giovani che aspirano a diventarlo. Anche perché una volta affermati, i guadagni sono davvero da cifre da capogiro.

Allora, il wedding planner è una professione di origine americana, qualcuno forse ricorderà le brillanti commedie americane in cui l’organizzatore di eventi è sempre un tipo strambo, ma pieno di idee pazzesche. Un vulcano di entusiasmo e di energia positiva. Il wedding planner aiuta gli sposi ad organizzare il proprio matrimonio, si occupa soprattutto di stipulare contratti con i fioristi, fotografi e video-maker, servizi di noleggio di autovetture, ed è in prima linea per la scelta della location ideale. Insomma il suo compito è capire ogni desiderio della coppia e trasformarlo in realtà.

Per diventare Wedding Planner non è richiesto un titolo di laurea (anche se ad esempio è stata istituita di recente la Laurea in Management ed Organizzazione Eventi presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore!), quello che serve all’atto pratico è aprire innanzitutto una partita IVA, in primis avere tanta voglia di mettersi in gioco, e formarsi frequentando qualche corso di base per organizzatore di eventi. Ce ne sono di diversi e anche online che rilasciano attestati. Quello più famoso senza ombra di dubbio è il Corso di Wedding Planner di Enzo Miccio, che prevede una vera e propria full immersion della durata di 36 ore, poi c’è quello di Wedding and Private Events Planner presso l’Istituto Europeo di Design di Milano e quello dell’Accademia degli Eventi di Roma.

Il suggerimento è poi quello seguire le principali fiere italiane del settore: Sì SposaItalia Collezioni, a Milano, dedicata agli abiti da sposa e da cerimonia; e Roma Sposa, nella capitale, che è il Salone Nazionale dell’Abito da Sposa, solo per citarne alcuni. Oltre agli abiti vengono proposti qui anche altri prodotti e servizi dedicati al mondo del wedding, dagli addobbi floreali ai migliori servizi di fotografia e video-making. Per divenire un autorevole wedding planner conta più di tutto la passione ed è importante essere sempre ben informati sulle ultime tendenze e documentarsi sulle mode del momento. Come spesso succede però la pratica è più risolutiva della teoria: per iniziare, potete muovere i primi passi lavorando gratuitamente, magari facendo da wedding planner a qualche amico e parente; il secondo è di creare un sito web che esalti le vostre competenze e capacità (va bene anche un blog gratuito!), in ultimo farvi tanta pubblicità. In mestieri come questo, conta tanto il passaparola, pertanto non badate tanto ai prezzi, puntate alla qualità del vostro operato. All’inizio sarà faticoso, ma piano, piano crescerete!

Avatar

Scritto da Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Lorella Cuccarini foto con uomo misterioso: lui le tiene la mano, di chi si tratta?

“I Medici 2”: i luoghi dove è stata girata la serie di Raiuno evento dell’anno