Il dirty blonde: il nuovo colore di capelli che spopola tra le star

Le tendenze  capelli 2019 hanno decretato che il colore perfetto per la Primavera/Estate è il dirty blonde o meglio il biondo sporco. A lanciare questa tendenza ci ha pensato la modella Bella Hadid, che aveva postato una foto su Instagram con tanto di didascalia:‘’ back to dirty blonde, back to my roots!’’.

Questo colore non è altro che una via di mezzo tra il biondo brillante e il castano chiaro, perfetto per chi da castana vuole passare al biondo. Ed ecco le varie sfumature di dirty blonde che fanno per voi.

Dallo scuro al chiaro

Per chi non vuole rinunciare alle sfumature del castano, la tonalità del dirty blonde che tende a schiarire sulle punte è perfetta per voi. Ed ecco che da una base biondo scuro o castana chiara (la vostra naturale) si schiarisce in un mix di tonalità che arriva fino al biondo chiarissimo. Per un look super raffinato.

Sfumature oro

Per chi ama invece un look super luminoso, il dirty blonde dalle sfumature dorate è l’ideale. È una tonalità più calda, un mix di ciocche dorate che si amalgamano al biondo scuro. Da sfoggiare se avete un incarnato abbastanza scuro.

Tonalità fredda

Per chi ama i colori chiari, il dirty blonde freddo è perfetto per voi. Una tonalità tendente al bianco, per un look più aggressivo. Ed ecco da una base castana si arriva ad biondo molto freddo.

Dirty pink

Altra tonalità super in voga è il dirty blonde dalle sfumature rosa. La tendenza dei crazy colors quest’anno è più viva che mai. Ed ecco che i capelli si ‘’sporcano’’ dei colori più stravaganti, impossibile resistere.

Come curare i capelli biondi

Per mantenere il nostro biondo luminoso, senza che ingiallisca, dobbiamo utilizzare i prodotti giusti. I capelli colorati si sa, hanno bisogno di più idratazione, rispetto ad un capello che non ha subito trattamenti. Ed ecco qualche dritta su come curarli.

Per prima cosa è necessario utilizzare uno shampoo antigiallo, specifico per evitare il tipico ingiallimento dei biondi dopo una vacanza al mare. È una base lavante arricchita da pigmenti blu-violetti: avvolgono il fusto capillare e “tonalizzano” le sfumature gialle.

Infatti il peggior nemico dei capelli biondi è il sole. Per evitare che i vostri capelli biondi schiariscano ulteriormente e diventino ‘’giallo paglia’’, è opportuno utilizzare un olio con schermante anti UVA e UV. Non solo sotto il sole diretto, ma anche in città, possibilmente già da giugno. In commercio esistono fluidi leggeri che non appesantiscono la chioma, e possono essere usati tutti i giorni.

Avatar

Scritto da chiaradinunzio

minimal influecer

Le minimal influencer: la semplicità e la moda vanno a braccetto

microshading

Il microshading: per avere sopracciglia perfette, addio pinzetta!