Dipinti, miniature, telescopi

L’arte nel novembre 2009Abbiamo visto le rassegne dedicate all’arte contemporanea che hanno preso il via nel mese di novembre 2009. Non mancano, naturalmente, mostre dell’arte dei secoli scorsi, dall’arte rinascimentale all’archeologia, dai grandi personaggi della storia agli scienziati illustri, sia in Italia sia all’estero. Da scoprire una miriade di curiosità, dai documenti scientifici alle miniature, dagli strumenti ai dipinti, dai tappeti ai gioielli.

Partendo dal nostro paese, varie sono le proposte in Veneto.

A Padova il protagonista è Roberto Longhi con “Caravaggio Lotto Ribera. Quattro secoli di capolavori dalla Fondazione Longhi a Padova”, ai Musei Civici agli Eremitani fino al 28 marzo. Oltre cinquanta opere provenienti dalla Fondazione Roberto Longhi di Firenze aiutano a ricostruire le tappe dell’affascinante avventura collezionistica di una delle personalità più importanti della storiografia artistica italiana del Novecento. I dipinti sono stati scelti seguendo un criterio cronologico che evidenzia le preferenze e gli interessi di Longhi e posti in un confronto ideale con le collezioni dei Musei Civici agli Eremitani. Il nucleo più emozionante è costituito da pitture del Seicento, fra le quali spiccano il celebre “Fanciullo morso dal ramarro” del Caravaggio e le tele di Ribera, del Borgianni, del Valentin e di Mattia Preti.

Dal 27 novembre al 7 marzo a Verona presso il Palazzo della Gran Guardia è in programma “Corot e l’Arte Moderna. Souvenirs et Impressions”, nata dalla collaborazione tra il Comune di Verona e il Musée du Louvre. Si tratta di un’esposizione inedita dedicata a Jean-Baptiste Camille Corot (1798-1875), ritenuto “l’ultimo dei classici e il primo dei moderni”, prodigioso creatore di universi poetici e di invenzioni plastiche, sia per quanto riguarda la rappresentazione della natura sia per la figura umana. Il percorso espositivo sarà costituito da circa cento dipinti in un arco temporale di quattro secoli, da Poussin a Picasso, distribuito in misura equivalente tra le opere del maestro francese e degli artisti a cui si è ispirato o che ha influenzato.

Tra arte e artigianato, è dedicata alla complessità e la ricchezza delle arti dell’intaglio, della doratura e della “battitura” della foglia d’oro, antichi mestieri artigiani ancora oggi attivi a Venezia, “Con il legno e con l’oro”, nell’antica Scoletta dei battiloro a San Stae nel capoluogo veneto fino all’8 dicembre.

A Milano si dà spazio a protagonisti dell’arte di ogni epoca e luogo. Dal 26 novembre al 28 marzo la Pinacoteca di Brera ospita “Crivelli e Brera”. Carlo Crivelli è ancora oggi un pittore impossibile da catalogare con etichette complessive come ‘gotico’ o ‘rinascimento’. Veneziano, quasi coetaneo di Bellini e Mantegna ha dipinto polittici giganteschi e rutilanti di ori,  con dettagli anticheggianti, verissimi e commoventi in impeccabile prospettiva.

La Galleria d’Arte Moderna fino al 31 gennaio dà spazio a “Emilio Longoni 2 collezioni”. In occasione dei 150 dalla nascita dell’artista ecco le opere del grande maestro lombardo messe a confronto. Si va dalle prime nature morte alle figure, fino alle opere d’impegno sociale e ai grandi paesaggi di montagna.

A Palazzo Reale “Arte ed eros in Giappone nel periodo Edo” fino al 31 gennaio espone le shunga, termine giapponese che allude alle “immagini della primavera”, opere a soggetto erotico, create con la tecnica della xilografia policroma, la cui massima fioritura fu tra il 1603 e il 1867.

Il Paese del Sol Levante è di scena anche a Torino, con “OMOTE-le maschere del teatro Nō” a Palazzo Barolo fino al 20 dicembre. L’esposizione accompagnerà il visitatore nel fascino e nelle suggestioni della cultura giapponese, presentando le opere del Maestro Nomura Ran e due kimono di proprietà della famiglia Umewaka, una delle più note famiglie di attori Nō del Giappone, insieme alle quali il pubblico potrà scoprire la magia del mondo del Teatro Nō e delle maschere che ne sono protagoniste.

I maestri inglesi sono di scena al Museo Horne di Firenze fino al 30 gennaio con “Il paesaggio disegnato. John Constable e i maestri inglesi nella raccolta Horne”. Un’esposizione raffinata che offre al visitatore una selezione di oltre trenta disegni, soprattutto acquerelli di vedute e paesaggi, realizzati tra il Settecento e il Novecento da John Constable, Alexander Cozens, Thomas Gainsborough e Richard Wilson.

Fino al 6 aprile alla Galleria Palatina è in programma “L’Arma per l’arte. Aspetti del Sacro Ritrovati” con opere a carattere sacro trafugati in chiese, complessi conventuali, talvolta anche in Musei ritrovate dal Comando Tutela Patrimonio Artistico dei Carabinieri.

Non mancano rassegne dal taglio diverso anche a Roma. Ecco “Il Telescopio di Galileo. Lo strumento che ha cambiato il mondo” che accompagna il visitatore in un viaggio che permette di percepire la forte integrazione di scienza, cultura e religione tra Cinquecento e Seicento fino al 6 gennaio a Palazzo Incontro.

Dedicata a una delle più importanti famiglie romane ed in particolare alla straordinaria figura del Cardinale Flavio “Chigi a Formello. Il feudo, la storia e l’arte” a Palazzo Chigi di Formello fino al 31 dicembre. Artisti e dame, la caccia e i banchetti, i palazzi e i monumenti, le collezioni private del Cardinale saranno raccontati attraverso un percorso illustrato di opere dei più importanti pittori dell’epoca, quali Giovan Battista Gaulli detto “Il Baciccio”, Ferdinand Voet e Michelangelo Pace detto “Il Campidoglio”, attraverso elementi di arredo del Palazzo e riproduzioni di cartografie d’epoca, documenti d’archivio e fotografie.

Al Museo Mario Praz fino al 13 febbraio è in programma “Disegni romani di Lancelot-Théodore Turpin de Crissé (1782-1859) dalle collezioni del Louvre”. In esposizione disegni dell’artista, appunti romani che colgono i vari aspetti della città, il Tevere e i suoi ponti, i palazzi, le chiese, le rovine aggredite dalla vegetazione, le ville ricche di marmi antichi, i grandi parchi, gli ampi panorami fitti di cupole e altane ed i vasti orizzonti della desolata campagna romana.

Bari ricorda Darwin dal 23 novembre al 15 febbraio, ospitando al Castello Svevo la mostra itinerante “Darwin 1809-2009”, che celebra i duecento anni della nascita del grande scienziato e i centocinquanta della pubblicazione dell’Origine delle specie.

Di vario genere le rassegne all’estero, per chi ama scovare curiosità, tra manoscritti, manufatti e opere provenienti da ogni parte del mondo.

Il Museo Sakip Sabanci di Istanbul dà spazio fino al 28 febbraio a “Venezia e Istanbul in epoca ottomana”, con oltre  centosettanta opere, attraverso le quali si ripercorrono i rapporti e gli scambi culturali tra le due civiltà dal XV al XX secolo. In mostra libri e manoscritti, dipinti, maioliche, strumenti musicali, tappeti e molto altro.

Chi ha in programma un viaggio a Parigi ha a disposizione diverse mostre. Dedicata a re Artù “La légende du roi Arthur” alla Biblioteca Nazionale di Parigi, con oggetti d’oreficeria e avori, ma soprattutto un’ottantina di manoscritti miniati.

A Solimano il Magnifico è dedicata invece “François Ier et Soliman le Magnifique” fino al 15 febbraio presso il Musée national de la Renaissance-Château d’Ecouen.

Matisse e Rodin a confronto, invece, presso il Museo Rodin fino al 28 febbraio.

Per gli appassionati di archeologia da non perdere a Stoccarda “Tesori della Siria antica” al Landesmuseum Württenberg fino al 14 marzo, in cui vengono mostrati al pubblico i tesori emersi dagli scavi provenienti da Qatna.

Il Frankfurt-Städel Museum di Francoforte sarà meta, invece, per gli amanti dell’arte rinascimentale con “Botticelli e i Medici”, visitabile fino al 28 febbraio.

Caravaggio, Lotto, Ribera
Quattro secoli di capolavori dalla Fondazione Longhi a Padova
19 novembre – 28 marzo 2009
Musei Civici agli Eremitani – Padova
www.caravaggiolottoribera.it

Corot e l’Arte Moderna. Souvenirs et Impressions
Dal 27 novembre 2009 al 7 marzo 2010
Palazzo della Gran Guardia
Verona
tel. 199.199.111
www.corotverona.it

Con il legno e con l’oro
12 novembre – 8 dicembre
Scoletta dei battiloro, Campo San Stae, Venezia
www.elfelze.com

Crivelli e Brera
Dal 26 novembre al 28 marzo
Pinacoteca di Brera
Via Brera, 28 – Milano
http://www.brera.beniculturali.it/

Emilio Longoni 2 collezioni
Fino al 31 gennaio
Galleria d’Arte Moderna
Via Palestro 16, Milano
http://www.gam-milano.com/

Arte ed eros in Giappone nel periodo Edo
Palazzo Reale
Piazza Del Duomo, 12 – Milano
fino al 31 gennaio
http://www.comune.milano.it/

OMOTE-le maschere del teatro Nō
fino al 20 dicembre
Palazzo Barolo
Via delle Orfane, 7 – Torino
http://www.palazzobarolo.it

“Il paesaggio disegnato. John Constable e i maestri inglesi nella raccolta Horne”
Dal 23 ottobre al 30 gennaio
Museo Horne
via dei Benci, 6 Firenze
Tel. 055.244661
www.museohorne.it

L’Arma per l’arte. Aspetti del Sacro Ritrovati
Fino al 06 aprile 2010
Galleria Palatina
Piazza Pitti, 1-Firenze
http://www.firenzemusei.it/palatina/

Il Telescopio di Galileo. Lo strumento che ha cambiato il mondo
fino al 6 gennaio
Palazzo Incontro
Via dei Prefetti, 22 – Roma
http://www.provincia.roma.it/istituzionale/la-provincia/palazzo-incontro

Chigi a Formello. Il feudo, la storia e l’arte
Fino al 31 dicembre 2009
Sala Orsini di Palazzo Chigi
Formello (Roma)

Disegni romani di Lancelot-Théodore Turpin de Crissé (1782-1859) dalle collezioni del Louvre
Fino al 13 febbraio
Museo Mario Praz
via Zanardelli 1, Roma
http://www.museopraz.beniculturali.it/

Darwin 1809-2009
24 novembre 2009 – 15 febbraio 2010
Castello Svevo, Bari
http://www.darwin2009.it/

Avatar

Written by Redazione

Natale 2009, shopping sul web

Caran d’Ache, il legno è lusso