Dior primavera estate 2014

Mode à Paris
Raf Simons ha portato sulla passerella di Mode à Paris una collezione primavera estate 2014 di Dior dedicata alle donne.

Il risultato è una serie di abiti uno diverso dall’altro, colorati, eleganti, sexy, divertenti, iper femminili, grintosi e così via.

Tra realtà e finzione, atmosfera ricreata anche grazie a un allestimento onirico del parco del museo Rodin, Simons stravolge il DNA della Maison ma lo fa lasciandosi ispirare comunque dal lavoro di Monsieur Christian “partiva dalla natura. Se la natura non si può cambiare, si può comunque cambiare la natura delle cose. Non ho voluto che si sapesse da dove vengono e dove vanno, ma solo che vivono in uno spazio dove il cambiamento è possibile”.

L’estate 2014 è caratterizzata dunque da nuove silhouette, nuove fantasie floreali che ammettono nuove tonalità, nuovo concetto di couture, speciale ma portabile. La classica giacca Bar è tagliata sui fianchi, le gonne a pieghe diventano shorts asimmetrici, gli abiti bustier neri rivelano fantasie fiorate, le giacche si indossano sotto longuette trasparenti in organza, le camicie maschili diventano abiti e lasciano nuda la schiena.

Ai piedi scarpe a punta con cinturino e tacco a spillo, unico accessorio sono borse a mano in pelle. Il make up è di grandissimo impatto.

La nuova donna di Dior è forte e selvaggia.

Avatar

Written by Francesca

Nobel 2013, tutti i premi

La bellezza riparte da The Space