Del Cambio, ristorante di lusso a Torino

In cucina c’è Matteo Baronetto

La riapertura di Del Cambio, lo storico ristorante di lusso di Torino, aperto per la prima volta il 5 ottobre 1757, era attesissima e finalmente è divenuta realtà.

Dopo un anno esatto di restauro, curato nei minimi dettagli e che hanno portato le antiche sale allo splendore originario, e la nomina di uno Chef coi fiocchi, Matteo Baronetto talentuoso “secondo” di Carlo Cracco, le attese erano altissime e per il momento non sono state disilluse.

“Lo storico ristorante Del Cambio riapre con l’ambizione di riconquistare il posto che si merita fra i migliori locali del mondo” si legge sulla cartella stampa. A volere e finanziare la ristrutturazione, con un investimento cospicuo, Michele Denegri,  attraverso la Risorgimento Srl che fa capo alla holding finanziaria di famiglia.

Per riqualificare gli spazi sono stati coinvolti artisti internazionali del calibro di Izhar Patkin, che ha personalizzato 150 piatti scartati in quanto leggermente difettosi dalla manifattura di porcellane di Sèvres, Martino Gamper, autore di tavoli e sedute della seconda sala, Michelangelo Pistoletto e le sue installazioni, Pablo Bronstein, intervenuto al piano superiore, e Arturo Herrera, cui è stata affidata la decorazione del cocktail bar.

Del Cambio - Torino

Il restauro è servito anche per aprire le porte alle più moderne tecnologie e adeguare gli spazi ai livelli di comfort richiesti dalla clientela di oggi, sempre più esigente e connessa, anche nei momenti di relax puro.

Ciliegina sulla torta di questa trasformazione di lusso, l’arrivo di Matteo Baronetto.
Personaggio chiave della scommessa di rilancio di Del Cambio, voluto fortemente dell’imprenditore Michele Denegri, il giovane chef piemontese ha diretto in prima persona la progettazione e ristrutturazione delle cucine.

Fatte costruire su misura in Francia e in Italia accompagneranno Baronetto e brigata nella “creazione di piatti capaci di fondere tradizione e innovazione, traducendo le ricette antiche per i palati moderni, sperimentando, contaminando, affascinando”.

La riapertura di Del Cambio è accompagnata anche dall’inaugurazione del Bar Cavour, al primo piano della struttura di Piazza Carignano. Caduto in disuso negli anni passati, Cavour a cui è intitolato aveva un tavolo fisso, si tratta di un cocktail bar aperto fino a notte fonda.Del Cambio - Torino

Del Cambio
Piazza Carignano, 2 – 10123 Torino
Tel +39 011 546690
[email protected]

ORARI/RISTORANTE
Lunedì-Sabato 12.30-14.30, 19.30-22.30 (lunedì chiuso fino al 1° settembre)
Domenica, déjeuner à la fourchette 11.30-15.00

ORARI/BAR CAVOUR
Lunedì-Domenica: dalle 18.30 alle 01.30, con servizio cucina fino a mezzanotte (lunedì chiuso fino al 1° settembre)

www.delcambio.it

Written by Francesca

Excelsior apre a Roma

A cena con Brad Pitt per 18.500 euro