Debutta la 500 Abarth

Non più solo cool, da settembre il gioiello di casa Fiat si trasforma
Il 21 luglio avrà inizio la caccia alla Fiat 500 Abarth.
Una nuova release del gioiello di casa Fiat sarà, infatti, in vendita da settembre, ma le prenotazioni prenderanno il via proprio settimana prossima in occasione del Porte Aperte.

La Fiat concretizza così l’idea di riportare all’antica gloria il marchio dello scorpione con un’operazione finalmente realistica: “Per sottolineare l’autenticità del progetto – spiegano al Gruppo Fiat – le attività del brand si sono indirizzate da subito verso il richiamo, in chiave moderna, a tutte le attività svolte nel passato dalla società Abarth & C. a partire dalla partecipazione diretta alle competizioni nazionali ed internazionali, l’organizzazione di trofei monomarca e la preparazione di vetture per i clienti, per poi passare alle vetture stradali e ai kit di trasformazione, fino ad arrivare ad accessori e capi di abbigliamento che riflettono lo stile Abarth“.

La 500 Abarth è, quindi, una nuova sfida al mercato lanciata dal Gruppo Torinese supportato a 360° da Brembo, BMC, Sabelt, FPT – Fiat Powertrain Technologies e Magneti Marelli garantendo così un risultato stupefacente.

Dotata di Fire 1.400 16v benzina Turbo da 135 Cv spremuti a 5.500 giri è in grado di garantire un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 7,9 secondi, ma non solo, il pulsante “Sport” agisce sulla mappatura della centralina e sulla pressione del turbo, oltre che sul carico al volante rendendo la vettura ancora più sportiva.

Per gli amanti del super accessoriato, la 500 Abarth mette a disposizione un sistema di “Funzione telemetria” che consente di trasferire i principali parametri acquisiti in vettura (velocità di rotazione del motore, velocità del veicolo, marcia inserita) via Bluetooth grazie al Blue&MeTM al PND (Portable Navigation Device). Altra chicca, la funzione “Track” che mette a disposizione alcune informazioni aggiuntive come, la posizione della vettura sul tracciato (grazie al GPS) e i tempi di percorrenza, ovviamente solo se ci si trova su uno dei circuiti presenti nella memoria SD del dispositivo.

Anche esteticamente la vettura descrive il mood del progetto: i paraurti sono allargati all’estrattore aerodinamico, il  terminale di scarico diventa doppio,  il logo dello scorpione impresso come ai vecchi tempi sulle marmitte Abarth e non mancano nemmeno lo spoiler e l’abitacolo dotato di mille accessori.

Insomma, per gli amanti delle macchine sportive ecco una soluzione davvero imperdibile.

Vuoi essere sempre informato su notizie di questo genere? Iscriviti alla LuxLetter

Avatar

Written by Redazione

Risotto con zucchine e fiori di zucca

Gran Premio Italiano Mongolfieristico a Todi