L’altra metà di Dallas

Golf, resort di lusso e cucina da gourmetDopo avervi presentato le tante attrattive della città, non possiamo certo esimerci dal segnalarvi alcuni degli hotel e dei ristoranti più interessanti di Dallas. Allo stesso modo non può mancare una parentesi dedicata agli amanti del golf, vista l’incredibile varietà dell’offerta che la città e i suoi dintorni sono in grado di proporre.

Chi cerca un resort di lusso per il proprio soggiorno non avrà che l’imbarazzo della scelta. Tra il Ritz Carlton, il W Dallas Victory Hotel, l’Hyatt Regency Reunion, il The Joule o il Rosewood Mansion on Turtle Creek, non mancano certo le occasioni per godersi quanto di meglio sia possibile desiderare in termini di servizio e ospitalità.

Per gli appassionati di golf, nella zona di Dallas si trovano la bellezza di circa 200 campi da gioco, pubblici e privati, alcuni dei quali sono considerati tra i migliori al mondo. La città attualmente ospita l’HP Byron Nelson Championship, parte del PGA Tour, e la Hank Haney International Junior Golf Academy, diretta da Hank Haney, famosa per aver lanciato nel mondo del golf professionistico più di 200 giocatori, incluso il celeberrimo campione Tiger Woods.

A sera invece gli amanti della buona tavola potranno trovare ristoranti per tutti i gusti. Insieme infatti ai locali che propongono la classica e robusta cucina Tex-Mex, anche in ambito culinario Dallas è in grado di sorprendere i propri visitatori grazie alla presenza di locali gestiti da chef di fama internazionale in grado di offrire il meglio della haute cuisine.

Dean Fearing ad esempio, una vera e propria celebrity tra gli chef, ha il suo Fearing’s all’interno del Ritz-Carlton. Qui è possibile provare la sua rinomata cucina, che partendo dalla tradizione texana l’ha rivisitata, smussandone gli  eccessi e aggiungendovi un tocco di classe, senza però tradirne l’anima più profonda.

Assolutamente da provare anche il ristorante del Rosewood Mansion on Turtle Creek, da poco sotto la guida di Bruno Davaillon, dove alla cucina di alta classe si unisce una interessantissima cantina, dalla quale è possibile scegliere con l’aiuto dell’esperto sommelier Michael Flynn il vino migliore da abbinare alle portate scelte.

Written by Redazione

Frankie Morello, autunno inverno 2012-2013

Oscar 2012, trionfa The Artist