Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2012

Redazione
22/05/2012

Si aprirà il prossimo venerdì 25 maggio a Cernobbio l’edizione 2012 del Concorso d’Eleganza Villa D’Este evento dedicato alle più belle e raffinate vetture d’epoca

Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2012

Classe senza etàSi aprirà il prossimo venerdì 25 maggio a Cernobbio l’edizione 2012 del Concorso d’Eleganza Villa D’Este, evento dedicato alle più belle e raffinate vetture d’epoca.

Cinquanta modelli dal design inimitabile e dal fascino senza tempo verranno messi in mostra per contendersi il premio Best of Show, offerto da BMW e assegnato da una giuria composta da grandi conoscitori del mondo delle auto di lusso, presieduta da Lorenzo Ramaciotti.

Come da tradizione, anche quest’anno sarà il Grand Hotel Villa d’Este a fare da magnifica cornice alla manifestazione che vedrà protagonisti annunciati esemplari di grandissimo pregio, come una Ferrari GTO Berlinetta Scaglietti del 1962,  una Aston Martin DBR1 del 1959 e una sportivissima Fiat Abarth 500 Zagato Coupè del 1957.

Alcune interessanti novità animano quest’anno il concorso. Tra queste l’introduzione di una nuova categoria di veicoli in gara. Circa 30 tra microcar e bubble-car saranno infatti presenti per portare un contributo di leggerezza e brio e fare da contraltare ai gioielli su quattro ruote da sempre al centro della manifestazione.

Nuova anche la partenership con A. Lange & Söhne, nota maison di orologi di lusso che donerà al vincitore del Best of Show un modello personalizzato del Lange 1 Time Zone, sul cui fondo pieghevole verrà realizzata a mano un’incisione appositamente ideata per l’occasione.

Non mancherà poi l’ammiratissima sezione dedicata alle concept car, che sarà particolarmente ricca grazie alla presenza di prototipi come la Italdesign Giugiaro Brivido, la Pininfarina Cambiano e la Stile Bertone Jaguar B99.

BMW porterà fuori concorso la sua incredibile Turbo, primo concept del marchio datato 1972 e caratterizzato da soluzioni altamente innovative che nel giro di alcuni anni sarebbero entrate a far parte delle dotazioni di serie dei modelli del marchio tedesco, malgrado il modello disegnato dal grande Paul Bracq non sia mai entrato in produzione su larga scala.

BMW Turbo